BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

20 dicembre 2007

Rai-Slave

Non credere a quello che si legge. Non credere perfino a quello che si vede. Capita spesso.
"Non credere alle proprie orecchie" talvolta è invece solo un modo di dire.
Eccovi l'intercettazione telefonica relativa alla vicenda Berlusconi-Saccà di cui si parla molto ultimamente.
Come direbbe il Mascetti, "servo della gleba e merdaiolo".

Per quanto questo governo faccia schifo, per quanto il PD sia molto più (e molto peggio) che un'illusione, niente potrà essere peggio del disgustoso quinquennio del padrone. E dei suoi servi.
Un sentito grazie a Espresso Multimedia per il prezioso contributo.

Ascoltate e godete.

Etichette: , , ,

18 Comments:

Anonymous Niccolò said...

A me questa storia della Rai pare la scoperta dell'acqua calda. Fin da sempre la Rai, in quanto tv statale, era lottizzata dai partiti che ne impostavano la linea e in modo in cui dare l'informescion. Piu' che normale che Barlozzoni facesse uguale, visto che lo facevano tutti prima di lui. Adesso si vuole produrre l'illusione che fosse solo una sua prerogativa, mentre ora, che c'e' l'asinistra (cono rispetto per gli asini), invece, tutto pulito e trasparente. Ahr ahr ahr!

20 dicembre, 2007 14:31  
Blogger JonVendetta said...

Sacrosanto. La lottizzazione è una costante della storia della Rai (la burla dei tre canali è nata così, d'altronde).
Solo che faceva specie vedere tutta la Rai al servizio di un solo mafioso (abituati a cinque alla volta fu uno shock). E fa ancora specie sentire i diretti interessati giocare con l'informazione pubblica come se fosse Risiko.

Per l'attuale Rai il maggiore scandalo non è tanto che abbia mantenuto la sua subalternità, limitandosi a cambiare padrone. Quello era nei giochi. E' la mancanza totale di rinnovo qualitativo che, se prima era imputabile solo ad una semplice scelta di marketing del cavaliere (intenzionato a tappare bocche e gonfiare le casse di Mediaset), ora non ha veramente scuse.
Sarà l'inossidabile tendenza del (finto) centro-sinistra italiano a darsi la zappa sui piedi.

20 dicembre, 2007 14:57  
Anonymous cagliostro said...

oltretutto nega anche... mah..

20 dicembre, 2007 19:09  
Blogger JonVendetta said...

Ma no, dai... è stato frainteso!
Oppure sono le toghe rosse... O i lemmings che gli hanno deposto le uova nelle orecchie.
Ah no, ora l'ho trovata: "è che se non sei di sinistra o raccomandato in Rai funziona così". Buona. La giro al consulente d'immagine (Sbirulino) e sentiamo cosa ne pensa.

Che pagliaccio...

20 dicembre, 2007 19:58  
Anonymous cagliostro said...

io non ho parole.. e poi si appella alla privacy, come se l'italia fosse affar suo personale..

20 dicembre, 2007 20:09  
Blogger JonVendetta said...

Finché ci saranno merde che lo difendono (e parlo di comuni cittadini, non giornalisti o politici) l'avrà vinta, anche di fronte alla vergogna più palese.

La privacy poi è un'altra questione paradossale. Il politico ed il personaggio pubblico in genere ha, per ovvi motivi, diritto a una quota considerevolmente inferiore di privacy. Ed è giusto così, proprio per le responsabilità che ricopre.
Capita invece che la privacy violata sistematicamente sia quella del cittadino comune, mentre il mafioso di turno si sente "offeso", "perseguitato", "spiato".
Moggi o Berlusconi non cambia: se sei qualcuno e ti intercettano mentre ti vanti di aver drogato e sodomizzato un bimbo negro e claudicante, e poi di avergli dato fuoco mentre gli urinavi addosso, la prima cosa che fai è gridare allo scandalo. Per il bimbo? No, per la violazione della tua privacy.
Ora, con lo stesso ragionamento si dovrebbe ignorare anche i pizzini di tanti uomini d'onore, e ho detto tutto...

20 dicembre, 2007 21:12  
Blogger Admiral Benbow said...

"Finché ci saranno merde che lo difendono (e parlo di comuni cittadini, non giornalisti o politici)...."

Assoluto per assoluto. Non è che mi rincuori granché.

21 dicembre, 2007 09:33  
Blogger JonVendetta said...

Oh Ammiraglio, vabbè Britney Spears e vabbè le Spice Girls, ma alcuni concetti SONO assoluti: se uno è un mafioso di merda (e lo è), e il cittadino lo sa (e lo sa), il suddetto cittadino non lo vota, non lo sostiene. Un cittadino CIVILE se ne vergogna.
Capisco e apprezzo sempre il tuo simpatico bastiancontrarismo (beccati il neologismo), ma questo è un ragionamento terra-terra, alla base del senso di dignità civile, su cui (mi spiace) non esistono spazi per dirsi "contrari", o fare i "radical chic", o i "qualunquisti pop".

Questa E' una verità assoluta, oggettiva ed etica. Credo basti.
Berlusconi non è difendibile politicamente.
Non mi rispondere "sì ma non è l'unico", sennò si casca davvero nel qualunquismo. E poi giù con gli sdoganamenti, da Craxi a Stalin, da Riina alle brigate nere, dal Ku Klux Klan ai fondamentalisti religiosi a chi vuoi tu, con la scusa che qualcosina di buono ce l'avevano tutti.
Anche i pedofili amano i bambini, ma non ne metterei uno ad insegnare all'asilo, se capisci cosa intendo.

21 dicembre, 2007 11:05  
Blogger Admiral Benbow said...

Scusa se te lo faccio notare ma trovo le parole sottilmente offensive.
"Oh Ammiraglio, vabbè Britney Spears e vabbè le Spice Girls", "fare i radical chic o i qualunquisti pop" ...il tutto sarà pure molto ironico nei miei confronti ma chissà perché lo leggo in altro modo. Sarò permaloso, vabbe'.
Il mio blog è volutamente avulso da considerazioni impegnate, e da argomenti seri come la politica o la religione (anche se raramente capita che ci scriva su). E' una scelta di disimpegno, embè??

Io non sono simpaticamente bastiancontario, semplicemente non credo negli assoluti, per me sono espressione di violenza. La vedo così e per questo avevo lasciato un messaggio, se è lecito farlo. Sono contento che tu possa orientarti grazie a verità assolute, oggettive ed etiche. In un certo senso ti invidio pure, credo che vivrei meglio pure io fosse così.
Opinioni diverse, ok nessun problema. Anzi, pare sia il bello della democrazia. Non c'è bisogno di inalberarsi e distillare acido.
Altrimenti se vuoi faccio un salto ogni settimana sul blog e ti scrivo da qualche parte Berlusconi merda, Socci frocio. Preferisci?

21 dicembre, 2007 11:46  
Blogger JonVendetta said...

Magari vivessi meglio con le mie due/tre sicurezze (tipo che non si uccide la gente o non si sorpassa a destra). Le mie convinzioni mi procurano spesso astio, perché si scontrano con quelle degli altri.
Vivo meglio in altri casi, quando penso "mah", "chissenefrega", "non è un problema mio", "rossi e neri son tutti uguali". Ma sento che quello non è il mio mondo ideale e mi rendo conto che non prendere mai posizione porta a subire passivamente quelle degli altri, giuste o sbagliate.
Non prendo la vita come una battaglia per il "bene" (io poi che ho fatto l'obiettore di battaglie ne so ben poco), ma certe convinzioni ce le ho.
Una di esse (ed è solo una) è che Berlusconi sia indifendibile.
Aldilà delle "opinioni", aldilà delle "interpretazioni", aldilà delle "prospettive". Sono diciassette anni che lo studio come fenomeno politico, mediatico e sociale (o anche solo legale) e non ci sono cazzi.
Ciò non mi ha aiutato certo a vivere meglio, avendolo avuto "mio" Presidente del Consiglio per ben due volte, grazie alla perspicacia e al desiderio di "mal comune, mezzo gaudio" della maggiornaza dei miei connazionali, non trovi?

Il disimpegno come stile di vita è una scelta tanto estrema quanto la mia, se ci pensi: qualche verità assoluta contro nessuna poco cambia. Anzi, forse ti adatti meglio te, quando le cose intorno cambiano.
E la "certezza che non ci sono certezze" è essa stessa una certezza, anche se tu lo chiami "disimpegno" e io "simpatico bastiancontrarismo" (perché mi piace e puntualmente va contro ciò che direi io).

Non prendo nemmeno in considerazione la questione ironia che ti suona strana. Tu devi scrivere quello che ti senti ed io pure.
Combatto (che brutta parola) la tua idea, non te.
Dopo anni di reciproca stima mi sembra scontato. Se ti offendono cambio le parole, perché offenderti non era il punto né l'intenzione.

21 dicembre, 2007 12:12  
Blogger Admiral Benbow said...

Mi preme chiarire un concetto: non è che quando in tv c'è un servizio sui bambini che muoiono di fame in Darfur, io mi dico: "chi se ne frega, tanto l'ultimo video delle Spice Girls è bellissimo!". Non funziona così.
E' fin troppo ovvio chiedere che venga separata la vita reale dall'uso che si fa di un blog (che ad esempio, nel mio caso, è strumento atto al divertimento il più possibile spensierato). Altrimenti puoi comprendere benissimo che per il fatto di avere in casa qualche disco dei Manowar ...

Non anelo ad avere certezze ed assoluti, anzi. Ma non per questo sono un qualunquista-chissenefregaro-cazzi-vostri-i-problemi-sono-tutti-vostri.
Non credo nella politica. Non ho il mito della "coerenza" e del non cambiare idea. Per nulla. Non sento il bisogno di brutalizzare il prossimo ostentando convinzioni (pur avendone di proprie), idee (pur avendone di proprie), orientamenti (pur avendone di propri). Non per questo subisco passivamente decisioni altrui. Mi spaventa la gara - molto in voga oggidì - a chi è più intransigente, più rigido, più severo, più categorico. Alla fine tendo a non distinguere più tra chi sta di qua e chi sta di là. Dividere con l'accetta chi sta di qua da chi sta di là non mi aiuta a capire meglio le cose. Preferisco occuparmi di tutto ciò che sta nel mezzo. Quello si mi aiuta a capire.
E tutto questo non sia detto perché si tratta di verità assoluta, oggettiva ed etica. E' solo il mio modo di provare a vivere, e non attribuisco letame a chi va in direzione diversa e/o opposta. Talvolta mi piacerebbe ricevere lo stesso trattamento.

21 dicembre, 2007 14:52  
Blogger JonVendetta said...

Visto che ti fraintendo di continuo e qualunque cosa riferisco a te è sbagliata o male accolta, andiamo al sodo (così parliamo della stessa cosa): cos'è di preciso, nel concetto di "Berlusconi è indifendibile", che non ti torna?
Perché di questo ho parlato nel post.
Di Berlusconi.
Difendilo o attaccalo, ma ignorarlo o bypassarlo è qualunquismo.

Prendere una posizione non è solamente una moda per sinistrorsi del cazzo (e qui mi hai "brutalizzato" tu...).

21 dicembre, 2007 15:06  
Blogger Admiral Benbow said...

Non riesco a capire la facilità con cui viene inappellabilmente etichettato come "merda" un Cristo qualsiasi che simpatizza per Berlusconi. I miei migliori amici votano convintamente comunista. Io non sono comunista, eppure non perdo un briciolo di stima nei loro confronti. Men che mai mi sognerei di definirli delle merde. Se sono amici è perché suscitano in me sentimenti di apprezzamento e, ripeto, stima.
Non difendo Berlusconi, non lo stimo particolarmente e, ad oggi, non l'ho mai votato.
Ma se una persona, in tutta coscienza, si sente attratto da quelle tesi politiche (perché oltre alle intercettazioni di Berlusconi, fino a qualche settimana fa esistevano addirittura due schieramenti pseudo-contrapposti che facevano finta di avere idee, ancorché precarie), in base a quale superiorità morale tu stai sopra a giudicare e lui sotto ad accomunarsi con il concime per i campi?
Prendere posizione vuol dire sapere dove fare la crocetta sulla scheda elettorale o dire che chi la fa sull'altra metà della scheda è una merda?

21 dicembre, 2007 15:26  
Blogger makka said...

Vi interrompo un attimo così potete riappacificare gli animi.

Quest’ultime intercettazioni sono ciance se paragonate a quelle pubblicate da Travaglio nel libro mille balle blu (in cui berlusclown dettava con l’intramontabile Bottino Craxi).
Io l’ho letto e c’è da rimanerci di stucco.
Ad ogni modo Vi rimando a questo link, così per alimentare ulteriormente il confronto.
Da orfano di sinistra so perfettamente chi ha ucciso mio padre. e non mi sento proprio di perdonarlo.
http://www.marcotravaglio.it/libri/lemilleballeblu.htm
http://www.marcotravaglio.it/libri/estrattolemilleballeblu.htm

ciao ragazzuoli, buone feste metalliche.

21 dicembre, 2007 15:34  
Anonymous niccolò said...

Aggiungevo un po' di pepe. Ferma restando l'indifendibilita' di Barlozzoni, fermo restando che capisco anche il punto di vista dell'Ammiraglio (o almeno credo), volevo far notare una cosa: le intercettazioni di Barlozzoni non intercettano Barlozzoni e basta, ma altre due persone, due bastardi di sx, che pero' e' la parte pulita e onesta della nazione e della polytica, e quindi la stampa assolutamente non schierata ci mancherebbe (tranne se al potere c'e' Barlozzoni) NON dice chi siano i due in questione.
Ahr ahr ahr!

21 dicembre, 2007 17:44  
Anonymous giuliab said...

Oh ecco! io voglio sapere i nomi di questi due il cui voto in parlamento vale solo una trombatina con una tizia che se la cerchi su google neanche alla pagina 25 riesci a trovare chi sia.
Comunque Sacca' e' troppo Fantozzi!

22 dicembre, 2007 20:06  
Anonymous Anonimo said...

niccolò ha scritto con la "y" vernacolieriana :D

25 dicembre, 2007 14:50  
Blogger JonVendetta said...

E con questo passo e chiudo:

"Prendere posizione vuol dire sapere dove fare la crocetta sulla scheda elettorale?"
Sì, aldilà della giustezza della propria scelta.

"o dire che chi la fa sull'altra metà della scheda è una merda?"
Sì. Mi sento irrefrenabilmente libero di dare di merda a chi sceglie un'opzione oggettivamente assurda. Non "qualunque" opzione.
Chi dice che la terra è piatta per me è una merda, chi pensa che la moda sia importante per me è una merda, chi vive al di sopra delle proprie possibilità per sfoggiare stronzate davanti agli amici per me è una merda, chi vota un mafioso per me è una merda.
Lo sai che l'ho sempre pensata così: credo nelle sfumature di grigio ma queste non cancellano i bianchi e i neri. Anzi, li rendono più distinguibili.

27 dicembre, 2007 13:21  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.