BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

02 maggio 2007

Nient'altro che la verità

Il mio modesto ma verace primo maggio, nonostante l'assenza dei Sabotage, è stato all'insegna della buona musica e della tradizione metal tricolore. Gran festa ad Ortimino: tempo quasi clemente, esibizioni sostanziose e ricca bancarella con chicche a prezzi (finalmente) decorosi.
Mi sono tolto finalmente anche lo sfizio di autografi e dediche dal sempitermo Bud della Strana Officina, cordialissimo e fraterno come sempre. A proposito: letteralmente colossale l'esibizione della Strana. Chitarra e batteria da infarto, due colonne portanti del metal alla voce e al basso, più un cuore di acciaio inossidabile a sostenere tutti e quattro. Enormi.

Da altre parti, con altri sfondi musicali, si celebrava il primo maggio tradizionale. E, come in tutte le cerimonie che si rispettino, guai a dire qualcosa che il copione non preveda. Guai a pensare. Guai a onorare la verità, se ciò inficia l'inoffensività della cerimonia. Il primo maggio del "tutti belli, tutti bravi" non prevede che si possa uscire dal seminato. Al massimo ti spingi, da buon ipocrita, a spendere due parole sulle morti bianche (caduti sul lavoro). Giusta causa, ma le parole da sole cambiano poco. Oppure puoi spendere altre due parole sul precariato, sempre che (idem) chiacchierare ma non "fare" (in parlamento, signori miei) produca qualcosa.

Mai però si deve dire qualcosa, per sbaglio o per sbadataggine, che possa suonare male a qualche autorità. Magari insulti uno sbirro, ma poi tutto rientra (a meno che tu non stia assistendo a qualche spacconata stile Frecce Tricolori). Poi tutto passa.

Di' invece qualcosa sul discutibilissimo operato del Vaticano e vedrai che ti ritrovi tutti contro: sindacati, lavoratori (cattolici), politici. Se i brigatisti rossi avessero un microfono magari ti ritroveresti pure loro, lì a dirti "no, queste cose il primo maggio non le puoi dire".

Io non so da quanti anni questa festa sia diventata anche la sagra dell'ipocrisia nazionale, ma finché in QUALUNQUE luogo, per QUALUNQUE occasione, CHIUNQUE dirà una QUALUNQUE cosa che sia VERA, io credo fermamente che la VERITA' dovrà essere sostenuta a viva voce. MAI narcotizzata dall'ipocrisia da piazzetta addobbata.

Per una volta sono perciò lieto di mandare cordialmente affanculo le seguenti signorie:

- Luigi Angeletti, segretario generale dell'Unione Italiana del Lavoro (UIL)

- Raffaele Bonanni, segretario della Cisl

- Gugliemo Epifani, leader della Cgil

A seguire (vengono dopo perché per loro non scatta il fattore sorpresa) l'Osservatore Romano con tutti i suoi lettori, la simpaticamente inutile destra italiana nella sua totalità e la Chiesa tutta, dal più minuscolo fraticello a Sua Opulenza crucca.
I cani da guardia delle nostre anime hanno subito reagito alla provocazione maggiolina come potevano: abbaiando, ringhiando, sbavando. Sentite l'Osservatore: "E' terrorismo lanciare attacchi alla Chiesa. E' terrorismo alimentare furori ciechi e irrazionali contro chi parla sempre in nome dell'amore, l'amore per la vita e l'amore per l'uomo.". E ancora: "Sono di queste ore gli attacchi e le minacce, pesanti, rivolte al presidente della Cei ed anche gli slogan nei cortei inneggianti ai terroristi, i messaggi che appaiono su internet, provenienti da br in carcere, un'offensiva che cerca di trovare terreno fertile nell'odio anticlericale, coscientemente alimentato da chi fa del laicismo la sua sola ragione d'essere, per convenienza politica.".
Devo aggiungere chi sono i veri terroristi in questo Paese? O devo aggiungere che è ovvio che questa gerarchia ecclesiastica si attiri solo infamie, minacce ed insulti? Un credente che sappia farsi un bell'esamino di coscienza non dovrebbe necessitare imbeccate da un rinnegato dal Signore come me, perciò lascio che ci arrivi da solo.
Mentre il beghino pensa, e ammesso che ciò non infici nessuno dei suoi buffi dogmi, arriviamo al punto: perché tanto astio, direte voi.
Perché io credo che queste parole, pietra dello scandalo, siano LA VERITA':
"Il papa dice di non credere all'evoluzionismo, e ha ragione. La chiesa in 2 mila anni non si è evoluta affatto."
"Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato i funerali a Welby. Invece non è stato così per Pinochet, Franco e uno della banda della Magliana."
Le ha pronunciate Andrea Rivera. Non importa chi sia e non c'è nessuna scusa per non ritenerle inoppugnabilmente veritiere. Ogni aggettivo è uno spreco di inchiostro: la VERITA' non può essere né "inopportuna", né "sconcertante", né "insulsa", né "terroristica". Un appunto speciale su questo ultimo termine, usato in modo VERGOGNOSO da gente che non solo si ostina a NON VIVERE e a costringere altra gente a fare altrettanto, ma si sciacqua la bocca rievocando MORTE e PAURA altrui come se nulla fosse. Non sprecate le parole così, docili agnellini del terrore. Così diventate ciò che tanto temete: terroristi. Con la differenza che omìni come voi possono far paura solo a chi se la va veramente a cercare. Con la maggior parte degli esseri senzienti potrete al massimo raccattare un po' di commiserazione.
Approfittatene, per una volta che qualcuno ha acceso un microfono senza spegnere il cervello: RILEGGETE E STAMPATEVELE NEL CERVELLO, QUELLE PAROLE.

Etichette: , ,

5 Comments:

Anonymous giuliab said...

Anche secondo me parole sante, e poi diciamocelo, non c'e' andato neanche troppo pesante anzi. Oltretutto penso che tanti cattolici condividano quel punto di vista, l'attegiamento della chiesa sul caso welby ha deluso tanti(per non parlare del resto eh).

03 maggio, 2007 09:26  
Anonymous Laura said...

Io insisto; il papa di nuovo ad Avignone!

03 maggio, 2007 10:01  
Blogger Niccolò said...

Talmente d'accordo che c'ho fatto un post a mia volta.

03 maggio, 2007 12:10  
Blogger JonVendetta said...

Solidale con Niccolò!
Il tam tam digitale di insofferenza per questi inquisitori della domenica deve continuare e passare anche da noi.
Più duri loro, più duri noi.

Basta con la laicità all'acqua di rose: vogliono la guerra e l'avranno.
Non vedo l'ora che mi oscurino il blog per motivi di intolleranza religiosa o blasfemia: quando ciò avverrà saprò che è il momento di scendere in strada e agire.

03 maggio, 2007 19:20  
Anonymous Anima said...

Scusa se te lo faccio notare ma manca una parte in una delle affermazioni di Andrea che è molto importante. Riporto per intero:

"Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato i funerali di Welby. Invece non è stato così per Pinochet, a Franco e per uno della banda della Magliana. È giusto così. Assieme a Gesù Cristo non c'erano due malati di Sla, ma due ladroni"

Così è decisamente più sensata e simpatica ;)

04 maggio, 2007 16:35  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.