BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

07 novembre 2006

Renegade al Cencio's

Ricevo dai Renegade e pubblico:

-Granducato di Metallo presenta-
Venerdì 10 novembre 2006
PHANTOM LORDS + RENEGADE
Live al Cencio's (Prato) ore 22:00
Ingresso gratuito, tessera ACSI obbligatoria

Una serata all'insegna dell'hard'n'heavy!
I Renegade presentano il loro primo album "Too Hard to Die", uscito ad ottobre per Andromeda Relix, ed alcune anteprime del nuovo lavoro, in uscita nel 2007.
Sul loro sito ufficiale è possibile scaricare tre tracce che saranno proposte dal vivo.

Etichette: ,

7 Comments:

Anonymous Aldo said...

Esimio professor Vendetta, nel chiedere venia per la prolungata assenza da questo blog, dovuta a motivi di lavoro, tenterò di farmi perdonare mettendo un bel po' di carne al fuoco.
Innanzitutto, volevo chiedere a te e ai dotti metallari che transitano da queste parti, un parere sui seguenti album:
- Finisterra (Mago de oz)
- On through the night (Def leppard)
- Born in America (Riot)
- Imaginos (Blue oyster cult)
In seconda battuta, vorrei comunicarti che, a differenza tua, ho acquistato l'ultimo numero di Flash, uscito con un ritardo mostruoso (oltre un mese). Se ben ricordi, fu proprio il sottoscritto a lamentarsi tempo fa della svolta intrapresa da Byron e soci. Ad ogni modo l'ultimo numero, complice anche qualche interessante live-report, non è affatto male; scarsa la percentuale di culi e tette (a parte una procace biondona in quarta di copertina); bene i contenuti, nonostante in sede di recensione abbiano appioppato il solito 95 all'ultimo lavoro degli Iron Maiden.
Terzo: ho visto The descent, Alta tensione e Hostel, ed ho avuto conferma che io e te abbiamo gusti diversissimi in materia cinematografica. Appena passabile il primo, inutile e cretino il secondo, assolutamente inguardabile il terzo.
Quattro: visto che siamo in tema, che ne pensi de "Lo squartatore di New York" di Fulci? Lo avevi inserito tra i film visti di recente appena qualche settimana fa.
Cinque, e chiudo: oltre al libro, hai visto "E Johnny prese il fucile" anche in versione film?
Fammi sapere.
A presto, Aldo.

08 novembre, 2006 17:50  
Blogger JonVendetta said...

Bentornato!
Allora: i Pacco de Oz mi fanno allergia, "On through the night" mi piacicchia, "Born in America" pure e i BOC li conosco solo tramite brani sparsi qua e là.
Per Flash speriamo sia l'inizio di un trend positivo.
Riguardo ai film ti dico solo che dissentire su alcune pellicole non vuol necessariamente dire avere gusti diversi. Potremmo analizzare invece i film che entrambi odiamo (con le annesse motivazioni) e sono sicuro che scopriremmo di avere molto in comune. Ad esempio: ritengo che uno dei film più cretini, inutili, sciatti, vuoti e (suggerisco addirittura) diseducativi sia "Twister". Che ne dici?
"Lo squartatore" è un degno giallo violento, girato a modo e con tante belle splatterate che (inutile dirlo) sono totamente assenti nella versione censurata. Nota: come mai qualunque cosa targata Fulci contenga sbudellamenti, occhi fuori dalle orbite, amputazioni ed ettolitri di sangue malcolorato viene oggi definita "capolavoro dell'horror", mentre quando a contenere le stesse efferatezze sono pellicole contemporanee ci si lamenta della "violenza fine a se stessa"? Ogni riferimento a Hostel, divertito gioco all'eccesso, è puramente voluto.
"Johnny" in versione film me lo vedrò presto. Ho preferito leggere prima il libro per poi fare un confronto che avesse una sua logica (Trumbo, di professione sceneggiatore, ha scritto il -suo unico- romanzo, da cui ha tratto il -suo unico- film come regista trent'anni dopo).

08 novembre, 2006 18:30  
Blogger Admiral Benbow said...

... quale dotto metallaro che transita in loco mi esprimo:

- On Through The Night per me è il miglior disco dei Leppard, nonché uno dei più alti esempi di n.w.o.b.h.m. Secondo me, caro Aldo, dovresti proprio averlo.

- I B.O.C. hanno una gran discografia alle spalle. Imaginos è discreto (soprattutto l'investitura di Frankenstein), io però consiglierei più il periodo "Spectres" /"Agents Of Fortune" /"Cultosaurus Erectus" .... anche se i puristi considerano solo i primi tre album perché sono prog intellettualoide, e non rocketto commercialotto come quello che ti segnalo io :-)
Dei Riot .... viva Thundersteel e The Privilege Of Power!

09 novembre, 2006 14:50  
Anonymous cagliostro said...

thanks! :)

09 novembre, 2006 20:07  
Blogger Admiral Benbow said...

Twyster "cretino, inutile, sciatto, vuoto, addirittura diseducativo".....?!! O se a me era proprio piaciuto!

09 novembre, 2006 22:44  
Blogger makka said...

@ aldo: io se vuoi ti parlo di "E Johnny prese il fucile", pellicola struggente e da vedere quanto prima. Dal film i 'tallica hanno estrapolato qualche sequenza per realizzare il video di one. tattasi di un film agghiacciante e decisamente drammatico che verte sui soli ricordi/pensieri del protagonista, brutalmente ferito e tenuto nascosto dal Governo, tragica conseguenza dell'assurdità della guerra.

10 novembre, 2006 13:19  
Blogger JonVendetta said...

Per Admiral:
Però in una ideale discografia minima dei Riot non può mancare "Fire down under". Anche io prediligo lo speed plasticato con le vocals altissime di "Thundersteel", ma se guardiamo bene quella fase non è proprio la più rappresentativa della band.

10 novembre, 2006 13:24  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.