BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

07 maggio 2006

Tuscania anno zero

LA CONFERENZA
Conclusa ieri la due giorni a Tuscania (conferenza su "Scienza e coscienza"), in cui eminenti figure di diversa estrazione hanno espresso le proprie considerazioni su etica, business ed educazione. Promotrice la Lorenzo de' Medici, da quest'anno operativa anche nella ridente cittadina del viterbese e presente con il suo staff simpatico e qualificato (dagli alti papaveri, ai docenti, a selezionati studenti) e con un po' di zavorra (me). Fabrizio, Federico, Laura, Franco, Markus e tutti quelli che si sono prodigati per coordinare l'evento hanno dimostrato una dedizione che ha più che ricompensato le aspettative, e fatto passare in secondo piano i piccoli incidenti di percorso.
L'ESITO
A parte che dare un microfono a me è un po' come dare una zappa ad un commercialista (con tutto il rispetto per la zappa). A parte che, quando ti aspetti che uno studente in cui riponi un minimo di fiducia faccia, se non bella figura, almeno "figura", egli decide di inaugurare la sagra del "non qui, non ora, non così", cercando di mettere la Scuola alla berlina in modo inopportuno (chi sa sa). A parte qualche piccolo contrattempo ed alcune lievi imperfezioni logistiche. A parte che, se ti porti dietro venti giga di mp3 e due libri, è fatale che tu non riesca a leggere neanche una pagina e ti addormenti sempre alla terza canzone. A parte tutto, sono stato davvero BENE. Non solo alla fine la conferenza è risultata interessante e valida sotto diversi profili, ma si è rivelata un'occasione di confronto che potrebbe non esaurirsi qui. Porto poi nel cuore la fotografia di uno splendido paese che rivisiterò con calma durante l'estate e la -diciamo- emozione di una "prima volta" congressuale dai toni amichevoli ed umanamente appaganti.
LA PROPOSTA
Gruppo di discussione a chiusura della conferenza. Alcuni studenti mi hanno dato l'impressione di aver capito veramente dove volessimo andare a parare, e la costruzione di un "laboratorio" permanente sull'etica potrebbe essere il modo di non far sfumare quest'esperienza, di lanciarla oltre il reportage dei singoli invitati (Sorlin, D'Orazio, Dennis, Myers, Hancké, Nardi e diversi altri intervenuti, ciascuno prezioso nella sua prospettiva). L'ipotetico laboratorio, supportato da tecnologie alla portata di tutti e decisamente interattive (forum, sito web, blog), consentirebbe di coinvolgere gli studenti durante il loro abituale percorso formativo in una sorta di osservatorio sull'etica, all'interno del quale l'intervento dell'intellettuale non si esaurisce nella presentazione di una tesi, di un saggio o in una dissertazione a tema. Costituirebbe altresì la base di partenza di un lavoro trasversale e partecipativo in cui le forze "giovani", multiculturali ed accademicamente sfaccettate di una scuola internazionale avrebbero modo di operare "con" l'intelligentia e non solo "grazie" ad essa. Avrebbe insomma la stessa dinamica che l'informazione ha assunto in certi casi sul web, proprio grazie a forme di giornalismo "dal basso". Non sostituendo quelle tradizionali, ma accostandosi in maniera critica e cooperativa ad esse. Certo, l'abito non fa il monaco, così come il blog non fa il giornalista. Provare mi pare comunque stimolante e necessario, in tempi in cui il dire ed il fare paiono così distanti, anche concettualmente (e "dire" è già "fare", se sono presenti un fine, un metodo ed un'audience).
COSA HO IMPARATO
  • In sede congressuale ho un'autonomia psico-fisica di 12 ore, dopodiché entro in zona marasma.
  • Gli studenti degli altri sono sempre migliori dei tuoi (corollario del più celebre "l'erba del vicino...").
  • Le Hawaii sono un po' come Venezia: belle ma non ci vivrei (ed anche qui, chi sa sa).
  • Meglio scrivere una domanda prima di porla.
  • Se mentre la poni ti rendi conto che quello che dici non ha senso, dai la colpa al microfono.
  • Nei paesi tutti i cagnolini si chiamano "Lillo".
  • Esistono ancora le cerimonie del "taglio del nastro", con o senza Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare.
  • La bottarga ha lo stesso odore del mangime per tartarughe. Ma costa di più.
  • Quando sei nella tua cameretta d'albergo ed aneli le coltri di Morfeo, non accendere la TV. Potresti incappare nel secondo tempo di "Tremors" ed essere sconvolto dalle solite domande: "Come andrà a finire?", "Ma quello arancione è sangue o passato di zucca?", "Perché Kevin Bacon cammina come se avesse i jeans pieni di termiti?". E poi non dormi, ça va sans dir.

6 Comments:

Anonymous nick monroe said...

grande giangio, le conclusioni mi hanno fatto schiantare :) ti mando via mail una cosina che ho fatto per consumist (non per I consumist, mi raccomando: l'articolo è inutile ed è una imposizione del regime totalitarista grammaticale), così, per collezionismo :)

08 maggio, 2006 10:30  
Blogger One In A Million said...

Welcome back Jon!! :-)

Te l'appoggio per quanto riguarda la bottarga....mamma mia, il mangime dei pesci profuma forse di più!!!

08 maggio, 2006 12:38  
Anonymous hijacker said...

Maronna Santa!!!!
Lo voglio anch'io un maestro come te
maledetto!
Altro che bottarga e bottarga:siete tutti invitati alla sagra di Caldana a mangiare il cinghiale con le mele.......gnam gnam.

Hijacker

08 maggio, 2006 18:47  
Anonymous anton maria brandawer /// said...

Cinghiale? Eccomi! Dov'é Caldana?

A proposito Jonny Boy:
Su Sigle Tv sta prendendo piede 'sta cosa di Parigi, ti unisci alla banda, o sommo Professore?
Per chi ancora non lo sa:
17 Giugno ANIMETAL a Parigi!
Rock'n'Roll!!!

08 maggio, 2006 21:02  
Blogger JonVendetta said...

Grazie Nick e Million!
Ma a Caldana (che dovrebbe essere dalle parti di Follonica) la sagra non è d'autunno? Mi pare siamo a maggio oramai...
Per giugno in effetti si imporrebbe la data degli ANIMETAL. Come funziona la comitiva? Quanto si spende? Dove si pernotta? Devo vestirmi da Tekkaman o vengo così?
Parliamone, parliamone, parliamone.

08 maggio, 2006 21:39  
Anonymous Hijacker said...

A Caldana,"simpatico" paesino medievale nel comune di Gavorrano(20 Km a sud di Follonica)di sagre se ne fanno un bel pò....si comincia in estate e si prosegue fino ad Ottobre-Novembre.
Quindi se volete bere vino buono e mangiare fino all'ingrasso siete i benvenuti. Poi dite che non ve l'avevo detto....
A Parigi ci verrei anche io ma ho esaurito il contante. Che gruppi suonano?

09 maggio, 2006 12:22  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.