BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

23 aprile 2006

La cena dei cretini

Non ho molta voglia di scrivere in questi giorni, per diversi motivi. Un po' la primavera (che detesto cordialmente), un po' certe vicende familiari degne di Beckett, un po' la mia incapacità di gestire rapporti umani in maniera fluida e coerente, un po' i lavoretti arretrati di grafica che devono essere portati a termine e si sovrappongono ai doveri "scolastici" (sono quasi a chiusura semestre e scatta il panico per le evaluations che quei fetenti dei miei studenti scriveranno...).
Ad ogni modo, sere fa c'è stata quella che freddamente potrebbe essere catalogata come una "cena tra colleghi". Temo sempre queste cerimonie, spesso occasione di sfarzi inutili e forzata coesistenza a fini autocelebrativi. Si è invece rivelata una (bellissima) cena tra amici. Non solo abbiamo mangiato da Dio -e senza danneggiare il mobilio-, ma l'atmosfera era così carina e rilassata che proporrei un referendum per istituire delle cene obbligatorie, almeno ogni mese! Tra tartine, gossip, rivelazioni, politica, vino (più bottiglie che esseri umani) ed incastri stile Tetris la serata è volata via che è un piacere.
Ci sono dei personaggi nella scuola dove lavoro che purtroppo possono essere spiegati solo a chi ha letto la "Guida galattica per autostoppisti". La legge sulla tutela della privacy mi impedisce di fare nomi, ma la malizia personale qui ha ovvia e piena giurisdizione, per cui immaginatevi almeno due generici signor "P" e signor "L". Il primo, dalla risata random, non necessariamente abbinata ad un motivo e dalla tempistica molto personale (e già per questo riceve mille punti stima da chi ha bisogno di un pubblico effervescente per le proprie gag), il secondo forte invece di un ghigno fisso e inconsapevole, a metà tra soldato dell'impero Yamatai e pupo siciliano. Il primo vivace cultore dello sport nella sua accezione più ampia (dal calcio al soccer), il secondo incredibilmente gonfiato dall'ultimo semestre, adducendo come motivazione il bisogno di credibilità estetica per il suo futuro ruolo di istruttore di surf (voci di corridoio lo danno per surfista di dubbia reputazione, e la nuova fisionomia a bombolone potrebbe aggravare le sue proprietà aerodinamiche, ma sono solo voci; come è una voce l'ipotesi che si tratti solo di una curiosa forma di allergia). Il primo si presenta al desco con l'accoppiata pallone da calcio/tre chili di schiacciata del Pugi, il secondo con una maglietta praticamente tatuata sul corpo scultoreo e due tette da wonder-bra. Il primo con la solita capigliatura disegnata sul cranio (un intellettuale aerodinamico; forse anch'egli surfista, ma di concetto), il secondo con le hair extensions più corte della storia del crine. Il primo trottola impazzita, tra gente da andare a prendere e stanze in cui scomparire, il secondo radicato da buon tronista sulla sedia delle grandi occasioni, in cerca della posa plastica (di tre quarti, poppe strette, capello simmetrico). Il primo amatore infaticabile, il secondo bronzeo animatore di villaggi chic (in questo Love Boat li accomuna, va detto). Il primo con la fissa della busta paga, il secondo che... fissa la busta.
E "P" ed "L" erano solo due dei presenti, ma non necessariamente i più bizzarri. Tremo, ad esempio, alla possibile descrizione del sottoscritto da parte di terzi.
Non era tecnicamente una "cena dei cretini", come nell'omonimo delizioso film. Per il semplice motivo che nessuno ha portato nessuno se non se stesso. Ed è stato meraviglioso così.
Anche se so che da domani nessuno nella scuola mi rivolgerà più la parola...

6 Comments:

Anonymous Simone Lolli oder Signor "ELLE" said...

Caro signor "V" di kafkiana memoria, avevo annunciato recentemente che non avrei replicato riguardo alla cosiddetta "cena dei cretini" ma lo stupore che mi ha colto mi rende impossibile esimermi dal farlo. Certamente non rispondo descrivendo i vari atteggiamenti che più o meno fantasiosamente caratterizzano il signor "V", mettendomi così su un livello che certamente non mi appartiene, ma piuttosto mi chiedo le ragioni che possono portare a un simile atteggiamento. Ormai, a 36 anni passati, non esistono molte cose che possono scalfirmi tanto meno questa, ma una cosa che certamente mi infastidisce è essere tradito da qualcuno in cui si ripone fiducia. Proprio non mi spiego questa cattiveria gratuita che sicuramente scaturisce da altri problemi cbe esulano da questo contesto. Ho visto che il tuo blog è estremamente denso di contenuti politici. Invece di essere tanto idealisti, penso che sia più onesto fare politica praticamente che teoricamente e non celarsi dietro un personaggio costruito ed uniformato come migliaia. Essere rispettosi della libertà altrui come della propria. Non etichettare e dipingere ironicamente chi non è come te. Facile dire il "25 aprile" lo sento mio come liberazione etc etc quando poi resti schiavo del personaggio che sei per appagare il tuo ego. Caro signor "V" non è perché si è di sinistra si deve per forza uniformarsi a tutta una serie di omologazioni ed essere razzisti verso gli altri solo come meccanismo di autodifesa. Io posso essere gonfiato, allergico, pupo siciliano, gommone o quel che vuoi, l'autoironia certo non mi manca, ma almeno sono libero. Mi sento a mio agio sia al twiga (noto gerarca dell'impero Yamatai) oppure a vedere un concerto in un centro sociale. Non escludo niente a priori e non avverto nessun fastido o disagio. Invece, signor "V", e molti altri come te, paladini della giustizia, non siete altro che global non pensanti con la propria testa, fatti con lo stampino. Bisogna essere trasandati, non seguire le mode, trascurare l'aspetto, fare le vittime ad ogni costo come si addice ad ogni pseudo intellettuale. Non guardare solo in una direzione e non criticare a priori. Non ti preoccupare che ti rivolgerò sempre la parola, senza rancore e ti aspetto alla prossima cena. A meno che non sia già in qualche odioso villaggio chic( tutti cretini quelli che li frequentano vero???) a lavorare. Purtroppo mi mancherà lo smog, il cellulare, il denaro, il parlare solo una lingua, gli improperi del traffico, vedere gente che non sorride, la tele demenziale, pensa io invece, che sarò tutto il giorno in spiaggia (lavorando ti giuro come non mai arrivando a sera esausto) con solo costume e maglietta rapportandomi solo con il prossimo che ti ascolta solo perché interessato a farlo (vedi la scuola)

30 aprile, 2006 06:07  
Blogger JonVendetta said...

Eccoci.
Se ti dico che "non sei un cretino!" perché "La cena dei cretini" era un titolo umoristico (e si capiva che buffamente "cretini" lo eravamo tutti), che non ho alcun "interesse" a frequentare quelli che lavorano nella scuola "fuori" dalla scuola e che scrivo solo cose che mi fanno sorridere od incazzare (e qui si trattava, senza cattiveria, della prima) immagino tu non mi creda.
Mi spiace che tu mi abbia infilato in uno stereotipo più seriamente di quanto abbia fatto io. E confermo tristemente quanto avevo detto/chiesto alla signora "L" dopo aver scritto il post, ovvero: "Spero non si offenderanno per un po' di ironia".
Alla risposta "Ma non vedo proprio perché" mi ero tranquillizzato. Sarà comunista pure lei.

Non capisco. Lavoriamo insieme, mi stai simpatico, chiacchieriamo ogni volta che ci incrociamo, non ho nulla contro di te e devo stare sulla difensiva. Eppure se odio qualcuno di solito si capisce.

Comunque, quando ti va di perdonare qualcuno, io sono qui in fila allo sportello. Se sono stato cattivo e ti ho offeso mi spiace. Spero tu capisca che non ho motivi per volerti male, visto che di male non me ne hai fatto. Io scrivo così, acido o sarcastico come penso. Se le stesse cose che ho scritto qui le avessi dette a voce, con un sorriso che non si vede attraverso lo schermo di un pc, mi ci gioco le palle che non te la saresti presa così. Quindi dammi almeno il concorso di colpa: vizio del mezzo usato ed irresponsabilità dell'editore.
D'ora in poi cercherò comunque di scrivere solo dei fatti miei.

Poi, politicamente ed ammesso c'entri, ognuno vota chi gli pare. Ho già scritto altrove che ho anche delle conoscenze in odore di estrema destra con cui non ho mai avuto problemi, in passato ho persino fatto il filo ad una leghista. Dirai tu "c'era un interesse". I destrorsi in questione non mi hanno portato alcun vantaggio e la leghista non me l'ha mai data...

PS: Bubone lo sono per natura e di sinistra per scelta, ma sul "razzista" ci penserei due volte prima di usarlo riferito a me...

30 aprile, 2006 12:36  
Anonymous Simone Lolli said...

Adesso ti offendi tu? :) purtroppo via tastiera non esistono i toni... nn sono assolutamente offeso! La mia era un'analisi ironica come pure la parola "razzista" è usata in senso improprio, non come intendi tu. Ci vediamo alla partita contro gli studenti ;)

30 aprile, 2006 13:10  
Blogger JonVendetta said...

Sarà, ma m'hai fatto prendere un coccolone da quanto suonavi serio.
Verrei volentieri alla partita, ma l'hanno spostata a martedì e non ce la faccio: finisco a scuola alle 8 e mezzo, torno a casa, ceno e devo vedere due miei amici (uno di sinistra ed una fervente cattolica, pensa te...) in previsione del matrimonio di uno dei due. Sto già preparando la maglietta "Questo matrimonio non s'ha da fare" per coerenza col mio personaggio e non posso mollare proprio adesso, tu capisci...

30 aprile, 2006 14:03  
Anonymous Anonimo said...

ma si rifà una cena dei cretini? sn sgonfiato ora :)

11 novembre, 2006 02:10  
Blogger JonVendetta said...

Bisogna sentire la Soave, che ora si è data all'insegnamento "serio"...
Ero rimasto al punto in cui si doveva degustare un simpatico aperitivo, poi non ho saputo più nulla...

P.S.: Ma perché ti sei sgonfiato? Mica stavi male!

11 novembre, 2006 05:07  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.