BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

29 settembre 2005

Drogati e droghieri

Ma povero, POVERO, P-O-V-E-R-O Calissano.
E' già scattata l'"operazione redenzione" sui vari rotocalchi per massaie decerebrate, tipo "Verissimo". Interviste, reportage, confessioni, piagnucolose dichiarazioni, tenui musiche di sottofondo.
Vergogna.
Diteci quale è la differenza tra il liceale che si fa una canna (stigmatizzato puntualmente dai media come comunista anarcoide noglobal fancazzista punkabbestia mantenuto filoiracheno) e un pincopallino che dalla vita ha avuto tutto (poche storie, la depressione è un alibi del menga) e fa il figo in mezzo ai fighi facendo ciò che è figo: pippando coca.
Lo fanno tutti in quegli ambienti. Ma come a un Tanzi qualunque viene l'influenza PROPRIO durante un processo, un cocainomane si scopre depresso PROPRIO quando lo sgamano o ci scappa il morto.
Due pesi e due misure o siamo davvero così ipocriti da crederci?
Dobbiamo rimetterci a discutere su quali sono le droghe "di destra" e "di sinistra"? Perché pare che in certi casi la distinzione tra "leggere" e "pesanti" non conti poi tanto.

8 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Infatti per me la differenza tra droghe leggere e pesanti non esiste. Non ne ho mai fatto uso e mai ne farò, tant'è che manco fumo delle normali sigarette. Niente in contrario se uno ne fa uso ed è perfettamente cosciente di quello che fa (si parla ovviamente di adulti responsabili, non di ragazzini che si fanno la canna o si calano il pasticcone di turno per impressionare l'amico e fare il ganzo a scuola o in discoteca). Nel caso di Calissano, stanno calcando la mano sulla storia della depressione per vedere di salvarne il personaggio, e fin qui siamo d'accordo. Ma posso dirti che la depressione in un cocainomane assiduo non scatta quando viene scoperto, ma scatta ogni qualvolta la coca smette di fare effetto. Ho avuto una storia di 2 anni e mezzo con uno che aveva uno stile di vita alla Calissano e ti assicuro che divertente non è. La cocaina è un fortissimo eccitante, quindi è anche abbastanza logico che quando l'effetto finisce si abbia esattamente il risultato opposto. Questo significa che ti trasformi in un essere lunatico che finchè sniffa è un animale da vita di società e quando non sniffa diventa un asociale depresso. Il brutto è che chi ne fa uso, non se ne accorge neanche... o non se ne vuole accorgere. E più sniffi, più ne snifferesti, come per tutte le cose che provocano dipendenza, e più aumentano questi alti e bassi...
In sostanza, non voglio fare la santarellina o la buona samaritana che riporta tutti sulla retta via, ma per me non esistono droghe di destra o di sinistra, non è tanto un problema politico, quanto di valori individuali. Esiste solo la vita che hai e, a mio avviso, se la rispetti non hai bisogno di merda da buttarti in vena, su per il naso o giù nei polmoni per vivertela e godertela.

30 settembre, 2005 11:23  
Anonymous Anonimo said...

Vendetta, facciamo che per ogni volta che mi dimentico la firma mi tiri un nocchino! Così prima o poi imparerò!! ;oP
*R*

30 settembre, 2005 11:24  
Blogger JonVendetta said...

La mia esperienza in materia non riguarda ex, ma ho constatato le stesse reazioni di cui parli tu in una persona a me vicina in passato. Non è bello vedere che qualcuno a cui tieni diventa schiavo di una sostanza e non riesce a uscirne (tantomeno, spesso e volentieri, a rendersi conto che è "dentro" a qualcosa più forte di lui).
Come avrai notato posto qualcosa ogni qualvolta mi infastidisce ciò che sento, leggo o vedo. Quando non mi torna il ragionamento che sta dietro a certi fatti e al modo in cui dovremmo prenderli. Possiamo anche dire "il modo in cui ci dicono cosa sarebbe bene pensare". Pietismo quando si confa al personaggio, perbenismo quando il personaggio non c'è.
Maradona a parte, la condanna morale scatta per il drogato di strada, per il cannato da occupazione scolastica, per il comune fumatore di sigarette.
Ma questi sono tutti signori nessuno.
I vip hanno sempre un trattamento speciale. Mi chiedevo solo il perché, visto che le soap sono una cosa e la realtà un'altra.

30 settembre, 2005 13:25  
Anonymous Anonimo said...

No, no... sul trattamento riservato al vip sono la prima ad incazzarmi. Di gente come Maradona ne hanno fatto dei santi, ai tipi che vengono al centro dove distribuiscono metadone qui vicino a casa mia gli si sputa in faccia invece... Però te l'ho detto, in questo caso non è una questione politica (almeno secondo me), di drogati di destra o di sinistra, è una questione di immagine. La gente dello spettacolo è un prodotto e il business va preservato per quanto possibile. Anzi, se c'è una disgrazia su cui si può far quattrini, ben venga! Credi che tutti gli specials fatti in questi giorni giovino al Calissano di turno, che è stato ripreso per i capelli perchè era in coma e manco ora rimette insieme due parole, o al burattinaio che tira i suoi fili? E' solo business; finchè un personaggio funziona ok, quando cade in disgrazia ci si specula finchè possibile; quando poi non lo puoi più strizzare come un limone, si butta via e si passa ad un altro. Sinceramente quando succedono episodi del genere mi viene da pensare che il *mondo dorato dello spettacolo* è proprio, per dirla come farebbe la mi' mamma, come la merda che a stuzzicarla puzza (scusate la raffinata metafora di stampo oxfordiano che però rende bene l'idea). Il brutto è che la gente da un po' di tempo se le beve proprio tutte le stronzate che gli propina la televisione. E' questo il problema grosso.... :o/

01 ottobre, 2005 11:54  
Anonymous Anonimo said...

Il nocchino, Vendetta!!! Il nocchino!!! Non ho messo la firma per vedere se stavi attento... ma niente!!! Come pretendi poi che mi ricordi di firmare!?! :oP
*R*

....non ci fare caso... per combattere la cefalea ho assunto un mix di sostanze pericolosissime, un miscuglio di moment, novalgina e camomilla che ammazzerebbe un elefante! Sarà per questo che sragiono...........

01 ottobre, 2005 11:57  
Blogger JonVendetta said...

Prova a mescolare Aulin, Zigulì e propoli, poi vediamo che succede. :-)
Per quanto concerne l'intoccabilità dei vip e il "ribaltamento delle colpe" basta che andiamo un poco indietro nel tempo (quello fittizio dei media) e pensiamo alla vicenda Pantani. Tutti presi nell'individuare il perfido spacciatore che l'avrebbe "ammazzato". Dimenticando deliberatamente che Pantani si è ammazzato da sé.

01 ottobre, 2005 14:37  
Anonymous Bella Gente said...

Calissano spakka!
Va al night, se ne torna a casa con un puttanone si fanno di coca ,lei schiatta e lui lo arrestano.
E io che pensavo che i Motley fossero rock!
Domani mi coNpro la maglietta dei Calissano.

03 ottobre, 2005 02:32  
Blogger JonVendetta said...

Hehe... Ce lo vedi l'aspiratutto a suonare accanto a Nikki Sixx? mamma mia che immagine improbabile. Oddio, se Ronn Moss suonava il basso nei Player prima di darsi alle soap, tutto è possibile!

05 ottobre, 2005 15:33  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.