BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

06 dicembre 2006

Ancora "Live", niente "live"

Data di Doro e Benedictum saltata. Mi importa il giusto, visto che non amo nessuna delle due formazioni, ma mi preme sottolineare come i cialtroni della Live si confermino, ad ogni occasione che si presenta (non solo ai vergognosi Gods Of Metal), per ciò che sono.
Come se qualcuno avesse dei dubbi a riguardo.
Vedere il post di Admiral per ulteriori dettagli.

Etichette: ,

10 Comments:

Blogger Admiral Benbow said...

grazie per la solidarietà!

06 dicembre, 2006 17:37  
Blogger R said...

Ma almeno si è saputo poi perchè il concerto era stato annullato?? Comunque che quelli della Live sono dei cani è arcinoto... :o(

07 dicembre, 2006 12:27  
Blogger Admiral Benbow said...

si, si è saputo, ne ho avuto la conferma proprio oggi. Sono andato a farmi rimborsare il biglietto (non dico dove, poi spiego perché) e mi hanno confermato che a seguito della vendita di ben 4 biglietti in prevendita la Live ha annullato la data per mancanza di busco (altro che "motivi tecnico-logistici").
Mi hanno anche detto che rischiano il licenziamento se commentano con i clienti la cosa, quindi hanno fatto cenni e faccine di pietosa comprensione (ecco perché non dico nome e cognome del punto vendita). Dice che la Live ha la stima e l'apprezzamento di tutti ....
BASTARDI!

07 dicembre, 2006 14:43  
Blogger JonVendetta said...

Il punto vendita importa il giusto, in termini di responsabilità. Se in prevendita il concerto pare un fiasco annunciato è ovvio che gli organizzatori possono pensare di annullare la data.

Su prevendita e "motivi tecnico-logistici":

Commento neutro - Non voglio difendere la Live perché non meritano NIENTE, ma capisci che nessuno lavora a gratis. Inoltre, dicendo che le prevendite stavano a zero avrebbero fatto fare una figura di merda alle bands più che a se stessi...

Commento senza peli sulla lingua - Se le prevendite dei concerti "minori" non ci fossero avrebbero sì il rischio del "vuoto a sorpresa", ma il prezzo minore incentiverebbe la gente ad andarci.
Se avessero promosso adeguatamente la data non avrebbero avuto il vuoto intorno. Zero visibilità = zero incassi: molte persone che conosco (fans di Doro o dei "Travestitum") non sapevano niente del concerto, e non sono ciechi né pigri.

Non so se i fans di Doro e Benedictum siano solo quattro. So però per certo che la mancanza di professionalità nel gestire gli eventi è una squallida costante italiana, nonché il principale motivo per cui tanti gruppi e promoters esteri ci evitano come la peste.

Infine il "commento sarcastico"... Viste le bands e sapendo che comunque non ci sarebbe stata ressa, che motivo avevi di comprare il biglietto in prevendita?*
Mica era il Live Aid...
;-)


* Il che ci porterebbe da capo: no prevendita = no concerto. O si abolisce 'sta tassa mafiosa o si smette di valutarla come cartina tornasole dell'affluenza effettiva.

07 dicembre, 2006 15:54  
Blogger Admiral Benbow said...

Vedo concerti da più di tre lustri, ne ho visti di tutti i colori, dai festival oceanici negli stadi, ai quattro gatti sotto il palco; se ogni volta si dovesse annullare una data per previsioni nefaste, avrei visto 1/10 dei concerti a cui ho partecipato.

La Live è una società a scopo di lucro E BASTA, passione zero. Come imprenditori il loro comportamento è perfettamente comprensibile, ma a me frega un cazzo perché io sono un fan, sto dall'altra parte della barricata e quando mi annullano i concerti delle band mi girano. Nessuno può assicurare un vuoto cosmico o il pienone sotto il palco, nemmeno i dati di prevendita, che proprio per il prezzo maggiorato semmai scoraggiano l'acquisto.
E poi se ogni concerto è a rischio perché te lo possono sempre annullare all'ultimo momento certo il numero dei potenziali spettatori non lo incentivi granché. Le band per tutta risposta cominciano a scansare l'Italia (hanno già cominciato da tempo) o al massimo si rimpallano sempre tra le solite Milano e Roma.

Il biglietto l'ho comprato in anticipo per evitarmi l'eventuale coda alla biglietteria della Flog e potermi lanciare in prima fila appena arrivato. Col senno di poi suona ridicolo, ma il motivo era questo, spendere 3 euro in più per guadagnare la pole position e toccare Doro.

Il sarcasmo su Doro e "Travestitum" è soggettivo, io adoro entrambe le band alla follia, ma il problema non è questo; di qualsiasi artista si fosse trattato la Live è una montagna di merda perché non rispetta il pubblico pagante, poco o tanto che sia.

Infine, poca prevendita=figura di merda del gruppo mi interessa fino ad un certo punto per quanto detto sin qui (comprare il biglietto sul posto costa meno .... quindi lo compro sul posto!), e poi peggio per chi non è venuto, che si perde lo spettacolo.

07 dicembre, 2006 16:12  
Blogger R said...

Avevo immaginato che il problema fosse la mancata prevendita, però Jon ha perfettamente ragione... fra il prezzo del biglietto e la totale assenza di promozione, c'era da aspettarselo...
Dice che la Live ha la stima e l'apprezzamento di tutti??? Chi te l'ha detto non aveva chiesto a me!... ;oD

07 dicembre, 2006 20:22  
Blogger JonVendetta said...

...e neanche a me!

07 dicembre, 2006 20:33  
Blogger Admiral Benbow said...

"dice che la Live ha la stima e l'apprezzamento di tutti ...."
era ovviamente ironico!

C'era da aspettarselo dite voi .... io mi aspettavo unicamente che avesse luogo un concerto per il quale avevo acquistato regolare biglietto. Il resto è mafia.

08 dicembre, 2006 01:56  
Anonymous cagliostro said...

o allora come la mettiamo, riguardo i diritti di prevendita, quando diventano totalmente inutili e quindi sono solo una tassa bella e bona (come il costo di ricarica del cellulare)? Maiden docet...sai già prima che va sold out, però fai la prevendita, ergo si entra in un discorso circolare di inutilità della prevendita...(secondo me eh)...la prevendita è una sicurezza, un privilegio (non fai fila e sei sicuro del posto): a cosa serve pagarla quando non da più questi privilegi.Io mi interrogo da marzo....Riconosco che è un caso particolare e magari son l'unico a sentirla così,però mi ha fatto incazzare.

11 dicembre, 2006 21:26  
Blogger JonVendetta said...

Inutile che ti dica che sono d'accordo. Col caro concerti che c'è stato negli ultimi anni (e conseguente "caro prevendite") il minimo che si può fare è boicottare gli stronzi delle varie Live&Co, ma quando lo dico mi prendono per matto. Anche a costo di vendersi la nonna il metallaro medio, se c'è da vedere i Megastronker o gli Sbrodolation, ci va. Io dissi no ai Maiden e a tante altre occasioni e non mi pento delle scelte fatte.
Morirò senza averli mai visti, ma a tutto c'è un limite ed ho un briciolo di dignità che mi vieta di farmi prendere per i fondelli da degli sciacalli mafiosi.

12 dicembre, 2006 18:10  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.