BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

15 settembre 2006

Ma dai

Pare sia schiattata Oriana Fallaci.
C'è un attico libero a New York, per chi fosse interessato.

29 Comments:

Anonymous guerrilla radio said...

Memoriale Fallace,
ci mancherai Oriana!

«Non voglio vedere un minareto di 24 metri nel paesaggio di Giotto, quando io nei loro paesi non posso neppure indossare una croce o portare una Bibbia. Se sarò ancora viva andrò dai miei amici di Carrara, la città dei marmi. Lì sono tutti anarchici; con loro prendo gli esplosivi e la faccio saltare per aria».

contro l’aborto «…a meno di non essere violentata e messa incinta da un Osama Bin Laden o da un al-Zarqawi»

contro i matrimoni gay «…come i musulmani vorrebbero che tutti diventassimo musulmani, loro vorrebbero che tutti diventassimo omosessuali».

«Se mi puntassero una pistola e mi dicessero di scegliere chi è peggio tra i musulmani e i messicani avrei un attimo di esitazione; poi sceglierei i musulmani perché mi hanno rotto le palle».

15 settembre, 2006 21:27  
Blogger JonVendetta said...

Contro la guerra (ma solo se in Vietnam).

Contro l'arte (solo quella islamica, e mostrando un'ignoranza storico/geografico/artistica allucinante, ben sottolineata un paio di anni fa da Arrigo Petacco): "Quali beni-culturali islamici, sfrontati?!? Quale patrimonio-storico-artistico-ambientale-architettonico-archeologico-archivistico-librario dell'islamismo, sfacciati?!? In Italia i vostri avi non hanno portato nulla fuorché il grido «Mamma li turchi». Non hanno lasciato nulla fuorché le lacrime delle creature che nelle città costiere e in Sicilia i vostri pirati hanno ucciso o stuprato o rapito per rimpinguare i mercati degli schiavi al Cairo, a Tunisi, ad Algeri, a Rabat, a Istambul. Le donne e i neonati da vendere agli harem dei sultani e dei visir e degli sceicchi ammalati di sesso e pedofilia. Gli uomini da stroncare nelle vostre cave di pietra, i bambini e i giovinetti da trasformare in macchine da guerra. In giannizzeri. Da Mazzara a Siracusa, da Siracusa a Taranto, da Taranto a Bari, da Bari ad Ancona, da Ancona a Ravenna, da Ravenna a Udine, da Genova a Livorno, da Livorno a Pisa, da Pisa a Roma, da Roma a Salerno, da Salerno a Palermo, i vostri avi sono sempre venuti per prendere e basta. Razziare e basta. Quindi nei nostri musei, nei nostri archivi, nelle nostre biblioteche, tra i nostri tesori archeologici e architettonici, non c'è un bel nulla che vi appartenga."

E sappiamo entrambi che la lista è virtualmente infinita...

Sarebbe ganzo se nell'aldilà la stronza si ritrovasse faccia a faccia con Allah. Sai che intervista.

16 settembre, 2006 01:24  
Anonymous Hijacker said...

Credo che a prescindere dalle sue discutibilissime idee (io per prima non le condivido affato) sarebbe opportuno smettere di parlare di una persona che non c'è più.
Cerchiamo di portare rispetto all'essere umano in quanto tale,non spetta a noi sentenziare o apostrofare. Altrimenti usiamo la stessa mentalità di chi tanto critichiamo.

16 settembre, 2006 12:44  
Anonymous Cougar said...

Toh guarda. Ritrovo qui anche Guerilla Radio. Ganzo. :)

Mi viene in mente il pezzo di Paolo Rossi che dice "vorrei che Bossi si trovasse bloccato in ascensore con Mike Tyson. E che Bossi a Mike Tyson ricordasse uno che l'ha picchiato da bambino...". Direi che potrebbe andare bene anche in questo caso.

Ciao, Mister Vendetta :)

Ps. Hijacker, in questo frangente stai sentenziando anche tu, mi pare ;)

16 settembre, 2006 12:56  
Anonymous Hijacker said...

Assolutamente no...era proprio quello che volevo evitare di fare.
Se non sono riuscita a trasmettere la mia idea (cioè che sarebbe meglio non parlar male di persone che non possono ribattere) mi dispiace,ma ci tenevo a dirla comunque.

16 settembre, 2006 13:13  
Anonymous Aldo e Fra said...

Ci sembra che la Fallaci, in quanto a "sentenziare e apostrofare" la sapesse lunga...

16 settembre, 2006 13:57  
Anonymous Anonimo said...

sinistronzi sfigati!

16 settembre, 2006 14:17  
Blogger JonVendetta said...

-Per l'ultimo utente-

Puoi anche spostare il tuo culo anonimo altrove. Chiunque tu sia.

16 settembre, 2006 15:10  
Blogger JonVendetta said...

E, comunque, "occhio per occhio".
A chi rispetta le idee altrui porto rispetto. Per una vacca xenofoba, viva o morta, posso solo mostrare odio.

Il silenzio del cordoglio è solo ipocrisia: se il defunto non meritava niente da vivo, figurati dopo.

Ignoranza (totale e comprovata), arroganza, presunzione, intolleranza, volgarità, razzismo, militarismo di stampo quasi nazista (e senza nemmeno un briciolo di motivazioni storico/trascendentali che lo caratterizzassero, come invece avvenne per il nazismo).
Questo era la Fallaci del "dopo 11 settembre". Una vergogna per la mia città e per chiunque non voglia definirsi un cavernicolo.

16 settembre, 2006 15:20  
Anonymous Hijacker said...

Ho solo detto la mia, e ti assicuro che di ipocrisia ne ho davvero poca. Pensala come vuoi,anche io rispetto la tua idea.
Probabilmente stiamo parlando di 2 cose diverse.

16 settembre, 2006 15:25  
Anonymous Anonimo said...

nazista? la fallaci? ma se era una partigiana antifascista come i tuoi odiosi compagni!

16 settembre, 2006 16:41  
Blogger JonVendetta said...

...Prima che si bevesse il cervello...

E continuo ad ignorare chi tu sia e cosa voglia. Presentarsi no, eh?

16 settembre, 2006 16:54  
Anonymous PhyStyle said...

Sarà anche stata partigiana, ma si era fottuta il cervello poi. Vi invito a leggere la risposta della Fed. Anarchica dopo le sue dichiarazioni circa la mosche che voleva far saltare per aria con l'aiuto degli anarchici di Carrara.
qui

16 settembre, 2006 17:37  
Anonymous PhyStyle said...

il link non va.
cmq l'url è questo:
http://www.federazioneanarchica.org/archivio/20060530cdc.html

16 settembre, 2006 17:38  
Anonymous Tijuana Noriega said...

Non solo l'attico a New York... di botto si sono liberate anche una graziosa colonica a Greve in Chianti (o giù di lì) e un appartamento dietro Porta Romana (via Ugo Foscolo, mi sembra...)
Tuttavia, ora che la Fallaci ha varcato la soglia dell'infinito, non posso fare a meno di pensare alla tristezza di Nat Sherman: adesso chi comprerà i suoi sigari "Sherman's Virginia Circles" nella Fifth Avenue??

16 settembre, 2006 19:22  
Blogger JonVendetta said...

;-)

16 settembre, 2006 19:41  
Anonymous Larry Lisca said...

Ciao ragazzi, ho deciso di dire anch'io la mia su Oriana Fallaci. Chi fosse interessato può dare un'occhiata al mio blog.

p.s.
Per "anonimo": la Fallaci almeno aveva il coraggio di firmare i suoi articoli e le sue dichiarazioni. Prendi esempio.

16 settembre, 2006 20:38  
Anonymous Antani! said...

Quoto il Post Scrictum dell'amico Larry...

Come detto tempo fa davanti ad una birra col buon Jonny Boy: Come mai se una persona ha la deliziosa bella pensata di MORIRE automaticamente gli vengono condonati anni di scempi, terrorismo spicologico, antisemitismo, anti-tutto & quant'altro?
Male che vada verrà ricordata come la più grande statista del secolo...

Mha!

17 settembre, 2006 10:59  
Anonymous malleus maleficarum said...

s'è fottuta il cervello? ma quando? state sputando nel piatto in cui avete mangiato fino a poco tempo fa!

17 settembre, 2006 11:46  
Anonymous malleus maleficarum said...

ah, per la cronaca... mi avevate chiesto di firmarmi.... ecco, fatto.

17 settembre, 2006 11:47  
Anonymous malleus maleficarum said...

per larry lisca di pesce.... sono andato sul tuo blog e mi sono inorridito solo leggendo le prime 2 righe.... riporto:"Ho deciso di scrivere una lettera aperta a Oriana Fallaci. Ho atteso che morisse per farlo," . Che coraggio.... la scusa che quando era in vita non ascoltava è buona per gli asini... tu non hai avuto coraggio di scriverla prima. Son tutti capaci di scrivere qualcosa ad un morto!

17 settembre, 2006 11:50  
Blogger JonVendetta said...

Per Malleus Maleficarum:

La "lettera aperta a" è un topos narrativo e mi pare chiaro che come tale non vada preso alla lettera. L'inutilità del rivolgersi a chi non vuol sentire è un'ulteriore rafforzamento ironico (retorico se vuoi) in tal senso.
Non credo che la cosa cambi per te, ma così è.

Sullo "sputare nel piatto" vorrei sapere di quale piatto si tratta. Se è il "piatto della sinistra" ti informo che (sinistra, destra o trasformismo che sia) chi non vede coi propri occhi e non giudica col proprio pensiero non è un "coerente", ma un idiota. Guardati sempre dai "fedeli alla linea".
Io sono di sinistra e non per questo reputo Stalin un grande statista.
Sono di sinistra e non per questo me ne vado in giro con la maglietta del Che.
Sono di sinistra e non per questo voglio abolire la proprietà privata.
Sono di sinistra e non per questo mi spacco di canne per fare l'alternativo.
Sono di sinistra e non per questo adoro i Modena City Ramblers (anzi).
In questo caso: sono di sinistra e non per questo ritengo la pazza in questione "donna d'onore" in virtù di un remotissimo passato di pregevole scrittrice/giornalista. La recente eredità ideologica che ha lasciato cancella (per me) ogni qualità che le si possa riconoscere e la annega in un mare di vergogna.

Grazie in ogni caso per esserti firmato.

17 settembre, 2006 12:26  
Anonymous Larry Lisca said...

Jon, perdonami se utilizzo questo spazio per chiarire alcune cose al signor Malleus (ex "anonimo"). Innanzitutto la ringrazio per aver storpiato senza alcun motivo, se non quello della puerile ricerca di uno scontro non-dialettico, il mio cognome. E la differenza tra me e lei è già evidente così: io volevo conoscere il suo nome, lei voleva storpiare il mio. Le ho chiesto di presentarsi, insomma, e non credo che ci sia nulla di offensivo in tutto questo. La sua replica, dunque, è completamente fuori luogo. Lei potrà credere di essere stato spiritoso, e di aver compiuto un gran gesto, e se queste sono le certezze sulle quali basa la sua vita, chi sono io per distruggerle?
Quanto alle 2 righe per le quali è inorridito, le consiglio vivamente di leggere le altre 108: potrà non condividere ciò che ho scritto (e al par suo anche Jon, e tutti gli altri), ma per lo meno potrà esprimere un giudizio non superficiale. L'espressione "lettera aperta" è un topos ben consolidato a livello narrativo, come osservato da Jon. Lei dice che non ho avuto il coraggio di scriverla prima, ed io le chiedo: quale coraggio? E' chiaro che l'ironia è una dote che le manca. Scrivere quella stessa lettera due anni fa non avrebbe cambiato nulla: o crede forse che la Fallaci bazzicasse di tanto in tanto il mio blog? No, signor Malleus: l'incipit del mio post serviva soltanto a sottolineare in modo ironico (ma ripeto, l'ironia non mi sembra una componente fondamentale del suo spirito: potrò sbagliarmi, ma questo è ciò che emerge dalle sue parole), dicevo: serviva a sottolineare la durezza d'orecchi della Fallaci, difetto (o magari pregio) che la stessa giornalista si attribuiva senza problemi. Pur nella nostra profonda diversità, sono certo che la Fallaci avrebbe trovato spunti di riflessione in ciò che ho scritto (le citazioni coraniche e bibliche l'avrebbero incuriosita non poco). E so per certo che non avrebbe mai storpiato il mio nome (anche perchè, visto il suo, si sarebbe esposta a non pochi rischi).
Detto questo, le auguro una buona giornata, signor Malleus.

17 settembre, 2006 13:08  
Anonymous malleus maleficarum said...

Non posso darti del lei perchè questa forma la utilizzo solo con alcune persone e in alcuni ambiti. comunque leggendo il tuo articolo si nota come sia tanta la tua arroganza non meno di quella che TU attribuisci alla Fallaci.
I commenti al corano li rimando al tuo blog visto che mi sembra più sensato scriverli là.

17 settembre, 2006 14:40  
Blogger JonVendetta said...

E anche tu, Larry...
Pretendi il "lei" da uno che esordisce dandoci di stronzi?
Suvvia.

17 settembre, 2006 14:51  
Anonymous Larry Lisca said...

Mio caro Jon, non mi sembra di aver scritto da qualche parte che pretendevo il "lei". L'ho usato, non chiesto. Perchè l'ho usato? Beh, io e te ci diamo del tu, dunque...
Per tutto quel che riguarda l'argomento del post, e ciò che ne è conseguito, non ho altro da aggiungere a chicchesia. Lascio volentieri l'ultima parola ad altri.

17 settembre, 2006 19:10  
Blogger JonVendetta said...

Tranquillo, ero ironico...

17 settembre, 2006 19:53  
Anonymous Cougar said...

Com'è che diceva Voltaire? "Non approvo ciò che dici ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo?"

Questo vale per entrambe le parti, ovviamente. Ma se una delle parti, per prima, viene a rompere le uova nel paniere insultando "ad minchiam", viene meno la situazione di cui sopra.

Ergo, a quel prodigio dell'intelletto che si firma malleus maleficarum [il noto grimorio, ah però!] posso dire che se per lui siamo "sinistronzi sfigati", lui per me è un imbecille arrogante a prescindere dall'ideologia, per il modo in cui affronta gli scambi di idee.
Ho amici con cui si discute di ideologie senza mai scadere nell'insulto e nella prevaricazione, nonostante si abbiano idee diametralmente opposte. Strano, eh? Eppure esistono persone sufficientemente intelligenti da riuscire a farlo...

17 settembre, 2006 21:16  
Anonymous Anonimo said...

Minchia finalmente è morta quella mmerda di donna.

17 settembre, 2006 23:16  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.