BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

10 settembre 2006

Morto Jon Nödtveidt

"Il 16 Agosto, il cantante e chitarrista dei Dissection, Jon Nödtveidt, è stato trovato morto nel suo appartamento di Hässelby, sobborgo di Stoccolma. Jon aveva 31 anni e si è suicidato sparandosi un colpo di pistola in testa." (www.taxi-driver.it)
Ultimamente ho bazzicato poco riviste musicali (credo che molto presto smetterò, sebbene a malincuore, di comprare Flash) e webzines varie. Per cui solo parlando tra amici di Jesse Pintado, sere fa, è saltato fuori che anche Jon Nödtveidt (cantante dei Dissection) è morto. Personalmente credo fosse poco più di una testa di cazzo omofoba e un tantino disturbata (oltre che un conclamato omicida dal soggiorno in gattabuia persino troppo breve), ma ci ha lasciato, musicalmente parlando, due capolavori. Se infatti il disco del ritorno ha lasciato molti del tutto indifferenti (e ti credo), "The Somberlain" e "Storm Of The Light's Bane" sono degli innegabili fondamentali di metal estremo, tuttora ineguagliati dopo più di dieci anni.

Etichette:

16 Comments:

Blogger Admiral Benbow said...

Noi sul forum della webzine abbiamo addirittura dedicato una discussione alla cosa. Non perché Nodtveidt la valga effettivamente, ma perché è indubbiamente necessario commentare la pochezza del tipo e le immani stronzate dette dai suoi compagni, sperando che qualche teenager ingrugnito non finisca per crederci o ritenere queste scatole craniche desertificate dei modelli da seguire.

Affermazioni dementi come: "vera volontà", "vero satanista", "ha capito che aveva ultimato il destino che si era creato", "oscura essenza", "gli auguriamo tutte le vittorie nelle battaglie che verranno" meritano molto poco.

"...abbia concluso questa vita di bugie con una forte risata ..." si, infatti si è visto!
Quando leggo queste cose mi vergogno di essere associato alla musica metal e mi viene voglia di ascoltare Laura Pausini e Ricky Martin. Anzi la Aguilera, almeno mi godo un bel paio di cosce. Il gusto pieno della vita che a questi eroi del forcone nero sfugge alquanto.

10 settembre, 2006 15:19  
Blogger JonVendetta said...

Ti dirò. Personalmente mi sento distante da quelle posizioni ma credo in una sorta di principio di autodeterminazione: se vuoi vivere vivi, se vuoi morire muori.
Non avendolo a cuore come essere umano la cosa non mi tange affatto: mi limito ad ascoltare la sua musica.
Se parte l'emulazione è solo perché in giro c'è gente anche più cretina che mi tange ancora meno.

10 settembre, 2006 16:23  
Blogger Admiral Benbow said...

Bah, non credo di condividere il principio di autodeterminazione, ma in ogni caso il punto è che se decidi di auto(de)terminarti fallo in silenzio, per il valore e il profondo significato di un simile gesto "estremo". Preserva l'intimità del tuo Io davanti all'ultimo passo. Non siamo proprio al cospetto di un trionfo di gioia e felicità, evidentemente.

Almeno risparmiamoci le cazzate sparate ai quattro venti, sia da parte del morto che da parte degli amici del morto. Proclami ridicoli ed assurdi che più che mostrare di aver compreso cosa si sta per fare danno l'idea del sottosviluppo inconsapevole.

11 settembre, 2006 16:20  
Blogger Admiral Benbow said...

Leggo proprio oggi sul Corriere della Sera che "la prima causa di morte dei ragazzi compresi tra i 15 e i 25 anni è il siucidio. Secondo l'Oms il 40% dei ragazzi che non riesce fa un secondo tentativo. Non si tratterebbe di un problema che riguarda solo le società del nord Europa; anche in Italia l'8% di tutti i decessi tra i ragazzi nella fascia di età 10-24 anni è determinato dalla scelta consapevole di togliersi la vita. I suicidi in Italia sono circa 4 mila l'anno (3 mila tra gli uomini e mille tra le donne)."

"consapevole" .....

11 settembre, 2006 18:04  
Blogger JonVendetta said...

Per scelta "consapevole" immagino intendano "conscia": non accidentale, volontaria, in piena coscienza dell'effetto del gesto (es: sapere che se mi getto dal ventesimo piano ci sta che schiatti).
Sul silenzio concordo con te. E' un po' come quei bontemponi che fanno beneficienza e poi la strombazzano.
Tra gesto eroico e vigliacca fine di una persona disturbata, nessuno ha il coraggio di avanzare l'ipotesi più assurdamente verosimile: i compagni di merende l'hanno fatto fuori (simulando il suicidio) perseguendo l'unico incentivo possibile per vendere un disco di merda come l'ultimo Dissection...
Fantacronaca nera, ma divertente come ai tempi del black metal norvegese!

11 settembre, 2006 21:42  
Anonymous Anonimo said...

Forse non siete a conoscienza di tutte le cose,riguardo Jon intendo semplice dire così senza sapere tutto.
Lui era un mito, una persona intelligente e colta, non il rpimo idiota come lo volete dipingere. Posso condividere l'idea che ha sbagliato a suicidarsi, il suicidio non è bello. Ma ha avuto le palle di vivere una vita come voleva e raggiungere i suiu veri obiettivi che voi li condividiade o meno, lui ci è riuscito al contrario di tanti altri. Non potete negarme l'evidenza, tutti devono rispettare la sua scelta anche se non da tutti condivisa, ognuno pensa quello che vuole. a me non interessa ma quando sento che viene offeso e tirato in ballo lui che io personalmente adoro mi sento in dovere di rispondere, mandatemi anche a fanculo ma è così. A tante persone piacerebbe avere la sua mentalità, non parlo di teenagers e non lo sono nemmeno io, quindi inutile sparare altre stupidate senza sapere ripeto. La vita è una menzogna e se una persona muore realizata con il sorriso sulle labbra è meglio che morire ma miserabile.
Reinkaos è un ottimo album scritto da Jon e Frater Nemidial, che è il magister della setta seria MLO- ora Temple Of The Black Light.
"The Satanist decides over his own life and death and prefers to go with a smile on his lips when he has reached his peak in life, when he has accomplished everything, and aim to transcend this earthly existence. But it is completely un-Satanic to end ones own life because one is sad or miserable. The Satanist dies strong, not by age, disease or depression, and he chooses death before dishonor! Death is the orgasm of life! So live life accordingly, death is the orgasm of the life"
J

09 aprile, 2008 14:06  
Blogger JonVendetta said...

Se ammazzare la gente lo chiami "libertà" siamo proprio su due piani diversi.
Quanto al suicidio, libero di pensarla come vuoi.

Per me libertà è anche non averli affatto, i miti. Omicidi o suicidi che siano.

09 aprile, 2008 14:38  
Anonymous Anonimo said...

Io posso capire e rispettare le tue idee, ma i commenti del'altro no, ha parlato da adolescente. Che si ascolti la pausini etc...non dovrebbe nemmeno commentare se davero non gli interessa.

09 aprile, 2008 17:51  
Anonymous Laura said...

Musicalmente tanto di inchino ai Dissection è uno dei mei gruppi preferiti.
Per quanto riguarda Nodtveidt sono fermamente convinta che fosse una specie di gay maligno e represso che affogava nel satanismo i suoi mille problemi. Satanismo di facciata.
Ma alla fine poco inetressa cosa fosse lui, parla solo la musica.

26 marzo, 2009 11:53  
Anonymous Starless said...

ma non rompete i coglioni coi vostri commentini da troiette
come cazzo distingui la musica di notveidt dai suoi pensieri, stupidi poser del cazzo
non velosentite il black metal cazzoni, che non lo capite.

30 luglio, 2009 09:08  
Anonymous starless said...

Campate nel vostre webzine, nelle vostre interviste rilasciate, nel vostro nulla di considerazioni su quello o su quell'altro, come a fare colazione sull'erba davanti ad un the, fottuti dandy del cazzo.
Così padroni e orgogliose di quelle quattro idee scopiazzate da metalhammer che avete nel cervello.
Vi cagate sotto davanti a chi non entra nei vostri quattro fottuti schemi di ragionamento, gay omofobo, disturbato, notveidt era il cazzo che gli pareva, e non aveva da chiedere il permesso al pubblico, ne tantomeno a lorsignori puttane. Qua non si tratta di satanismo, di cristianesimo, qua si tratta del fatto che tutti si sentono in diritto di giudicare questo e quello, e chi cazzo sta dall'altra parte? quanti anni avete ragazzini del cazzo? siete i soliti segaioli da rivista metal, dnd e internet, che si sentono i padroni del mondo perchè "ah io posso scrivere e dire quello che penso", sapete qual'è la differenza tra voi e "un gay omofobo" come notveidt? che lui aveva talento, e voi fuori dalle vostre webzine e gli assoletti cover da mandare su you tube non avete un cazzo.

30 luglio, 2009 09:19  
Blogger JonVendetta said...

Non vedo perché dovrei argomentare con te, visto che parti subito con la marcia sbagliata. Mi limito all'essenziale.

1. Se vuoi discutere parti con un'obiezione, non con un insulto. Il risultato è che ti becchi un vaffa senza passare dal via.

2. Sì, scrivo quel che voglio. Problemi? Non hai speso una lira per leggerlo, a differenza delle fesserie che scrivono molti "giornalisti" metal. La cosa buffa è che nessuno qui "scopiazza" Metal Hammer, bensì il contrario (chiedi a Della Cioppa "chi ha copiato chi" su Classix Metal e vediamo cosa ha il coraggio di risponderti).

3. Se uno è un artista "E" un omofobo non vedo come la prima cosa potrebbe cancellare la seconda (pensa quanto sarebbe buffo chiedere a uno che ti ha stuprato la sorella: "Scusi, ma lei è un musicista? Ah, allora fa niente."). Un machetto in fregola per gli eroi con la minchia dura (perché questo emerge dalle tue parole, anche senza consultare uno psicologo) evidentemente lo vede. Buon per te.
Pensa, era così forte, etero e libero che si è ammazzato dalla gioia.
Continuano a piacermi i suoi dischi, ma come uomo libero ho il diritto di dire quello che penso sul "resto", su quello che esula dal "mito", termine e idea che lascio volentieri ai pischellini che guardano MTV.

4. "Vi cagate sotto davanti a chi non entra nei vostri quattro fottuti schemi di ragionamento.".
E tu cosa hai appena fatto? Sprecato venti minuti della tua vita per coprire di merda chi nemmeno conosci, perché ha espresso un'opinione diversa dalla tua.
Quindi, secondo la tua logica altamente evoluta e civile, tu "ti caghi sotto" davanti a noi.
Non temere, a me la logica del "cagarsi sotto" non interessa (la vita non è solo uno scontro ormonale tra cavernicoli, per fortuna).
Era solo per farti capire che sei in contraddizione anche con quelle due-idee-due che ti stanno tanto a cuore ("io ho ragione" e "voi siete minidotati", essenzialmente).

Se trentacinque anni ti paiono abbastanza possiamo approfondire di persona. A meno che il ragazzino non sia tu.

Ora puoi andare affanculo senza passare dal via.

30 luglio, 2009 10:47  
Anonymous Starless said...

Ho risposto con la nausea di UNA che ama la musica e ha le palle piuttosto piene del continuo giudizio che le persone hanno tanto la necessità di esprimere sulla vita degli altri.
Mi sono accanita contro te ed anche sulle opinioni degli altri, con la stessa grettezza e sufficenza che dimostrare voi nel classificare la vita di un artista in 4 parole da "verissimo".
Mi incazzo contro chi pretende di dividere l'artista dall'uomo, contro gli aristofreak che ascoltano reek of putrefaction dei carcass e pretendono di poter disquisire della faccenda come si farebbe di un buon vino, di una commedia di teatro.
Qui il problema è questa cazzo di massa a cui appartenete, di metallari da sproloquio, di giudizi da camera d'ascolto. Fatelo, ma fatelo per i metallica, fatelo per satriani, ma dio non fatelo con gruppi e uomini che non rispondono e non fanno parte di questo tipo di costruzioni. Il black metal cazzo, per loro (non per me) era una religione, anzi, era la forma di omaggio alla loro religione, e io questo lo rispetto. Come rispetto i canti gregoriani e chi li ha intonati, e non vengo a fare il giudiucatore dell'uomo e il distinguo dall'artista. Mi dici che i primi cd dei dissection ti sono piaciuti, ma da che cazzo pensi che nascono? nascono da quella merda, da quella "follia" da quella omofobia di notveidt. Li hai letti i testi? o sei uno di quelli che sente la musica, poi quel che dicono dicono? allora se non accetti l'uomo che era, affermi la bellezza di quelle opere senza condividerle, senza sentirle. Ti vedo come uno che origlia ad una porta e non uno che ascolta.
Quello urla Lord of inferno, ma che credi che è folklore? eh si perchè è questo il problema, l'enorme confine, tra i metallari e il metal che usa i toni forti per esorcizzare, o per scimmiottare il male e quelli che invece si identificano in quell'espressione. I dissection non erano gli iron maiden, qui The beast non è un pupazzo su un palco, sono cose diverse, le dovete trattare diversamente, questo è uno stile di vita, la musica è addirittura secondaria. E se non vi piace, se non la comprendete, se vi scandalizza che uno che compone per Satana poi vada ad ammazzare un gay,non ascoltate le sue opere, perchè è come se diceste mi piace gesù in croce, ma senza la corona di spine e il sangue che cola l'avrei preferito.
Poi mandami a fanculo quanto ti pare,io me ne fotto di te e di quello che così d'importante sei convinto di fare, normalmente non ti avrei manco scritto due righe,ma oggi mi gira male e mi rode il culo che digitando jon notveidt su google questa pagina sia una delle prime che esce in italia, ci tenevo a mostrare il mio dissenso.
La verità è che mi sopno rotta il cazzo
di tutta sta gente che parla
che parla che parla.
35 anni? complimenti te ne davo 15.te li porti bene.

30 luglio, 2009 17:03  
Anonymous starless said...

ahahaha cagasotto dalla libera informazione, ora hai messo che l'approvazione commenti, bravo complimenti per la libera informazione a 0 euro di cui sei promotore, ahahhahah
cos'è vuoi tenere un alto livello del tuo blog? non ci vuoi le parolacce baby???
ahaha lo vedi che ho fatto bene a darti del cagasotto, si dai risdpondimi con i tuoi occhialetti da dietro il tuo adorato pc che ti da la forza di esprimerti, perchè se la puzza che sento è giusta sei uno di quelli che è ha vita sociale solo su internet. ahahahah
mi fai ridere
approva sto cazzo
guarda anzi, non approvare la missiva di prima, così ci fai bella figura davanti agli amichetti della blogosfera "che tu si l'hai zittito quell'estremista cafone" ahahahah
e guarda la prossima volta se devo risponderti ti do la mail, che io le persone le affronto in faccia, ti invito pure a prenderti una birra, bah

30 luglio, 2009 17:14  
Anonymous starless said...

e in ultimo
ti faccio notare, che mi imputi di partire con la marcia sbagliata, quando te della vita uno (di cui come della vita di chiunque non sai un cazzo) ti permetti di dire così su 2 piedi come se niente fosse "Personalmente credo fosse poco più di una testa di cazzo omofoba e un tantino disturbata "
tu invece sei carino no?! sei delicato e argomenti bene, non spari a zero no. Io ti dovrei pure trattare coi guanti, perchè sai com'è sei uno che introduce agli argomenti con profondo rispetto. e non ti nascondere dietro la formula "io penso" perchè non è una giustificazione a tanta sommaria spietatezza.
Allora se tu pensi che tizio è poco più di una testa di cazzo omofoba e un tantino disturbata , io mi posso permettere senza indugio di parlare con te con tutta la maleducazione possibile.

30 luglio, 2009 17:32  
Blogger JonVendetta said...

Cara Starless, come vedi i tuoi commenti sono qui.
Sì, ho inserito l'autorizzazione, ma non seguo il blog da mesi e non avevo nemmeno ricevuto la segnalazione di commenti in sospeso via mail (dei tuoi come degli altri).
Non commento. Mi pare inutile disquisire sulla diversità tra vita privata e pubblica di un musicista e dirti che una cosa è essere un chitarrista (mettiamo degli Slayer) e collezionare cimeli nazisti mentre un'altra è essere un cantante (mettiamo dei Dissection) e andare in giro accoppando omosessuali. Credo per te non faccia differenza.

Quanto ai tuoi commenti ora visibili, è chiaro che mi sento offeso, ma se c'è una cosa che condivido di ciò che hai scritto è che ho tanto diritto io di ritenere un omofobo Jon quanto ne hai tu di ritenere un cretino/pagliaccio/aristofreak/codardo/ipocrita/cagasotto me.

Per cui ecco accontentato il tuo ego di donna pugnace.
Hai diritto di dire quello che pensi, come me.
Resta valido il consiglio: se ti sei "rotta il cazzo della gente che parla, parla, parla", tu smetti di "leggere, leggere, leggere". O ammazza qualche frocio.
Ti direi di iniziare da me, ma sono etero.

12 ottobre, 2009 22:13  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.