BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

24 maggio 2006

Mirabilando

Sono sopravvissuto. Nonostante la veneranda età Mirabilandia non ha avuto la meglio su di me e ne sono uscito quasi indenne. La prima giornata se ne è andata che era una meraviglia, complice la scelta oculata del periodo: fine maggio, infrasettimanale, tempo così così, ergo tutte le giostre e gli spettacoli a disposizione con code di due minuti tra il sì e il no. Discutibile la ristorazione del parco, tutta bella "endorsed" dai soliti marchi (Coca Cola, Buitoni, McDonald's e qualche fornitore di piadine di gomma). La seconda giornata è stata all'insegna della cultura, con una simpatica escursione nel Ravennate: tappe obbligatorie la chiesa di S. Apollinare in Classe e la Domus dei Tappeti di Pietra, ma anche librerie, Expert (il consumismo non è destino, ma conscia missione) e piccole gastronomie (per le vere piadine).
COSA HO VISTO:
- Un magnifico ristorante dove avremmo volentieri cenato, dopo un'ora di spasmodiche ricerche, esercizi chiusi e cartelli fuorvianti. Era bellissimo: gran classe, ampio parcheggio, enorme capienza, fontane, scalinate, illuminazione romantica. Purtroppo la clientela si è rivelata un tantino deludente: il locale era infatti invaso da una cena-comizio di Forza Italia (!), con macchine tricolori e materiale propagandistico di rigore. Abbiamo stretto i denti, ignorato i crampi allo stomaco e, come si suol dire, girato il culo. Ho bestemmiato un po' ma un minimo di dignità mi è rimasta. E poi, mi ci vedete a fare un brindisi con Bondi? Divento astemio solo all'idea.
- La "macchina della morte". Così ho ribattezzato il terrificante "Katun". Una tortura aerea degna dei supplizianti di Hellraiser, ma senza lieto fine. Abbiamo una foto che testimonia la mia espressione durante le acrobazie con l'immancabile maglietta "Elvis" (scritto col font della Levi's). Non avevo mai avuto paura delle montagne russe fino a ieri. Nelle urla generali l'unica cosa che sono riuscito a dire è stata "Ho visto la Madonna". Da vicino, aggiungo a mente lucida e a colpo di frusta alleviato.
- Restando in tema di crisi mistica, ho anche visto la mano di Dio. L'ho vista nei mosaici dell'abside di S. Apollinare. Dita tozze, il ragazzo.
- A Ravenna c'è "Via degli Ariani". Farebbe la felicità di qualcuno che conosco, ma non vorrei che scattasse il pellegrinaggio.
COSA HO IMPARATO:
- A terra la vita è più sicura. Magari banale, ma più sicura.
- Se, spinto da una fame che ti farebbe divorare anche un comodino, decidi di entrare nel primo bar che trovi aperto dopo un'estenuante vagabondaggio, quello sarà l'unico bar di tutta la Romagna dove non hanno piadine. Esci alleggerito di 4 euro e 50 ed appesantito da un panino di gomma tipo FS, scaldato per un tempo tendente all'infinito nel microonde del Mulino Bianco. Allora tanto vale andare a donare il sangue.
- Lido di Savio è heavy metal: nel raggio di cento metri ci sono un "Hotel Rock" ed un "Hotel Kiss". Non ho visto "Bagno Cannibal Corpse" ma non mi stupirei di trovarlo al prossimo giro.
- Se compri un biglietto per due giorni, il secondo piove.
- Sulla Bologna-Firenze sembro un pilota anche io. Vista la concorrenza.
- Tra squacquerone e stracchino c'è meno differenza che tra Mastella e Follini.
- Se dopo due interventi di meccanici ed elettrauto e 500 euro di riparazioni la tua Corsa "va", ma fa un rumore strano, c'è un solo rimedio: alzare il volume dello stereo.
- Le persone in carne ed ossa che lavorano dentro il tunnel dell'orrore, spaventando gli avventori, non lo fanno tanto per sbarcare il lunario. Ti odiano per davvero.
COSA HO DIMENTICATO:
- Mangiare gli strozzapreti. E qui non ho davvero scuse.

13 Comments:

Anonymous nick monroe said...

giangio, se vuoi una piadina l'unica soluzione è affidarsi ai baracchini a strisce bianche e verdi. Solo lì conservano il sacro alimento. Cavolo, m'hai fatto venire voglia di mangiarla - e sono a dodici ore di volo dalla piadina più vicina....
ps: ma quant'è bellina ravenna?!

25 maggio, 2006 03:30  
Anonymous Laura said...

L'idea di mangiare la piadina al baracchino ci era venuta, peccato che visto il periodo erano tutti chiusi e l'unico aperto lo abbiamo perso durante la disperata ricerca del ristorante "La botte", ovviamente non trovato!

25 maggio, 2006 09:18  
Anonymous nick monroe said...

nooooo che fregatura!!!!

25 maggio, 2006 10:55  
Anonymous er Kinoppo said...

Bestia, dovevi chiedere consiglio a me, dovevi!
Da Ravenna in 20 minuti sei a Santarcangelo di Romagna, paesino delizioso davvero. In centro c'è un ristorante/osteria che si chiama la Sangiovesa, ed è un ricordo che ti rimane dentro (il portafogli, anche quello diventa un ricordo, ma sono dettagli...)

25 maggio, 2006 11:28  
Anonymous Hijacker said...

Vendetta che devo dirti figlio mio. Puoi sempre rifarti alla sagra di Caldana...niente piadine perchè siamo un tantino fuori mano ma l'invito resta comunque valido!

25 maggio, 2006 11:41  
Blogger JonVendetta said...

Hijacker, ma 'sta sagra di Caldana quanto dura?
Seriamente, qui bisogna cominciare a strafogarsi, prima che il caldo abbia la meglio...

25 maggio, 2006 11:46  
Blogger JonVendetta said...

Caro Kinoppo, chiedere a me di "girare" nei pressi di Ravenna è un po' come mettere un sasso in un labirinto e pretendere che trovi la strada ed esca da solo...
Scherzi a parte, la prossima volta si esplorerà meglio la zona, perché vale veramente. E non tralasceremo ristorantini, trattorie ed osterie.
Piuttosto, di' al "tuo amico" Anton Maria Brandawer III che a Ravenna centro c'è una piccola fumetteria con la donna della sua vita al bancone. Il posto si chiama "L'Eternauta". Dieci punti stima per la presenza di fumetti di sua maestà Suehiro Maruo, ma almeno cinquanta per la futura consorte di Anton.
Pensi che stia già volando sulla A1 col camion o devo chiamarlo io? ;-)

25 maggio, 2006 11:51  
Anonymous er Kinoppo said...

Ma lo sai che credo proprio di esserci stato, in quella fumetteria? :) Però non ricordo una roba così clamorosa dietro al bancone. E poi, boh, non so... una femmina fumettara... va contro i miei capisaldi:
1. In famiglia, i fumetti sono io.
2. In famiglia, il metallo sono io.
3. In famiglia, l'alcoolismo sono io.
:D

25 maggio, 2006 16:50  
Blogger JonVendetta said...

Diciamo che era carina. Poi se sia davvero la donna di Anton è da vedere: storicamente io e lui abbiamo sempre "operato" su settori femminili diversi se non addirittura contrapposti...
Condivido il tuo classismo interfamiliare ma ti ricordo che se per alcolismo intendi solo le birre "con la schiuma" (che comunque ti ringrazio di avermi fatto scoprire) allora ti sto forse avanti di 5 o 6 metri... ;-)

26 maggio, 2006 14:04  
Anonymous er Kinoppo said...

Probabilissimo che tu sia in netto vantaggio per quanto riguarda l'alcoolismo in senso lato (io sono per il "poche ma buone" in ogni campo della vita).
Mi sa che è proprio questo il motivo per cui io e te non saremo mai una famiglia...
:D

Comunque quando ho riportato la notizia della fumettara al sor Antani, egli ha commentato senza alterazioni di tono "ah, certo, la rossa". Arriviamo tardi, come al solito :)

29 maggio, 2006 11:49  
Blogger JonVendetta said...

...Ma non è rossa, la tipa...
E poi è l'ora che l'amico se lo scrosti, questo atteggiamento alla "Poliziotto Superpiù", che ogni volta che vede rosso perde i sensi...

29 maggio, 2006 22:44  
Anonymous Laura said...

Jon, quando posti la tua foto sulla macchina della morte?!

10 giugno, 2006 16:58  
Blogger JonVendetta said...

Giusto.
PC appena rimesso, dammi un attimino ed eseguo.

13 giugno, 2006 03:14  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.