BASTA TEOCRAZIA: fuori Dio dallo Stato e dalla Pubblica Istruzione!
generated by sloganizer.net

10 febbraio 2006

Tutta invidia

Lascio in sospeso la ripubblicazione della "Trilogia dell'Astio", comparsa originariamente sulle pagine della rivista "Il Duro", nella rubrica "Frange". Approfitto per salutarne la redazione. Ovunque essa sia nell'allora impensabile 2006.
Domani sarò sull'impegnato andante, quindi provvedo adesso ad alimentare la personale macchina dell'odio che ospito nella colonna di destra: l'Affilatrice al 66 questa settimana ha l'imbarazzo della scelta. Resisto all'ormai banale "opzione Berlusca" perché di cazzate in settimana ne ha sparate a tappeto (mediatico), ma tutte più o meno nella sua media di McCarthysta con l'acqua alla gola ("D'Alema è il vero direttore dei TG RAI" ed altre piacevoli stucchevolezze). Non sapendo davvero scegliere tra la ghiottoneria Moratti ed il ricercato spuntino Calderoli, ce li infilo tutti e due. In fondo li accomuna una simile visione del mondo. La prima porta a termine in extremis la demolizione della Scuola Pubblica, regalando alle elementari private la liberazione dal "pesante" fardello degli esami di idoneità, compreso quello finale. Il secondo non perde occasione per fare il simpatico (a Matrix, dando di "quella signora abbronzata" alla giornalista Rula Jebreal) e titillare l'indole germanica del Papa (invocando scenari da crociata contro l'Islam). Tempismo ineccepibile in ambo i casi.
Cosa li accomuna? L'invidia del pene, è ovvio. Pene nordico, cristiano, abbiente.

7 Comments:

Anonymous Laura said...

Bè, a proposito di gente da mettere nell'affilatrice (meglio se vera) ci aggiungerei anche il ministro (spero per poco) Giovanardi, ieri sera al programma di La7 OTTO e MEZZO, al quale era invitata anche la nuova candidata transgender dei comunisti italiani Vladimir Luxuria, che ha spiegato la sua volontà dell'introduzione dei pacs (o come li volete chiamare), nel rispetto della famiglia tradizionale, alla quale non cerca sostituzioni. Ha inoltre aggiunto che tutto il movimento gay è favorevole a non parlare di adozioni, dal momento che l'Italia non sembra ancora pronta, ma che in un futuro vorrebbero creare un tavolo a cui parteciperanno maggioranza e opposizione, psicologi ed educatori per parlarne!
Detto ciò, Giovanardi ha cercato di portare il discorso sulla falsa riga della distruzione della famiglia italiana e sulle deviazioni sessuali che i ragazzi potranno subire con i pacs (non capisco il collegamento), giungendo addirittura ad ipotizzare una specie di dittatura gay, nella quale gli eterosessuali saranno discriminati.
Non ce l'ho fatta a finire di vedere il programma...uno non può rovinarsi la serata per un coglione!

11 febbraio, 2006 15:57  
Blogger JonVendetta said...

E' la solita storia: uno propone "A" e loro controbattono "8". Giocano a far finta di non capire e a costringere gli sprovveduti a non capire per davvero. Con tutte le fobie cattoliche e gli assurdi pregiudizi reseteremo sempre indietro in un mondo che, bene o male, va avanti. "Loro" vedono minate le proprie convinzioni perché "noi" osiamo dare dignità a nuclei familiari che non rientrano nei romani canoni. Ma guai a chiamarli intolleranti! Siamo noi i "malati", gli "immorali", i "pervertiti".
Cazzo, quanto vorrei essere gay per essere (e non solo sentirmi) diverso da certi cavernicoli di... buona famiglia!

13 febbraio, 2006 23:30  
Anonymous Marco said...

Mi permetto di aggiungere la scenetta che Calderoli ha interpretato dalle mie parti in quel di Catania... Minchia (scusa il regionalismo), ma si è mai visto un leghista in Sicilia che parla di fratellanza politica? Ma siamo ammattiti tutti? Dopo "l'affilatrice al 66" per Calderoli consiglio "il tritacarne al 66/a": nel caso in cui non dovesse bastare la prima tortura da pizzicagnolo.

Jon, ti rubo la foto di Calderoli per il mio post...
Ciao

14 febbraio, 2006 17:53  
Blogger JonVendetta said...

Evidentemente penseranno che essere terroni sia una malattia dalla quale si può guarire...
Ma chi ci va a sentire un comizio della lega, al Sud? Sarei proprio curioso di guardarlo in faccia e chiedergli: "Ma ci fai o ci sei?".

15 febbraio, 2006 01:44  
Anonymous Marco said...

Non ci crederai ma c'erano almeno tremila persone ad applaudirlo e nemmeno uno con qualche mazza chiodata - io ero almeno a cento chilometri di distanza, altrimenti avrei fatto sentire la mia voce!

15 febbraio, 2006 10:39  
Anonymous Anonimo said...

Aminata Fofana: una candidata "abbronzata":

http://guerrillaradio.iobloggo.com/archive.php?eid=1312

09 aprile, 2006 15:11  
Blogger JonVendetta said...

Supporto ai Verdi, pregando che non sia il solo colore socialmente accettato, nella legislatura a venire.
Incrociamo le dita ed aspettiamo.

09 aprile, 2006 15:27  

Posta un commento

<< Home

google, myspace, youtube, hammerblow, tombstone, ebay, yahoo, musica, heavy metal, boicotta, berlusconi merda, anticlericale, metallari, metallini, tallo, anticristiano, nichilismo, ateismo, agnosticismo, antipapa, maledetto xvi, belphegor, savatage, danzig, w.a.s.p., dogs d'amour, testament, death angel, slayer, overkill, skidrow, cinderella, poison, motley crue, fuck, bush, shell, esso, texaco, mcdonald's, nike, amerikkka, rockpolitik, troma, trash, scult, paninari, recensioni, gianni della cioppa ladro, multinazionali, corporate bullshit, ovetto Kinder, ogm, siae, ufo, telecom, bscmf, pmrc, prc, asnu, consiag e tutte le altre inutili keywords nascoste a cui non ho ancora pensato. Se stai leggendo qui sei losco quanto me.